Tagliatelle al salmone e philadelphia

Tagliatelle al salmone e philadelphia, oggi avevo voglia di leggerezza, aprendo il frigo mi balza all’occhio una confezione di salmone a dadini acquistata a dire la verità per un’altra preparazione.

E da qui l’idea di farne una pasta squisita, raffinata, delicata ma con nervo allo stesso tempo.

Veloce, di facilissima preparazione, intanto che cuoce la pasta il sugo è pronto. Non ha aggiunta di panna, burro ma solo, avete presente quei cubettoni di philadelphia ai vari sapori? ebbene ho usato proprio quelli al gusto salmone.

Non li avete? potete usare del philadelphia bianco normale, o del formaggio tenero facilmente scioglibile.

Un tipo di pasta così potrebbe essere presentata anche ad esempio la Vigilia di Natale quando si mangia di magro e pesce e salmone vanno alla grande.

Tagliatelle al salmone e philadelphia
  • Preparazione: pochi Minuti
  • Cottura: pochi Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 2/3
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • Salmone affumicato 80 g
  • Formaggio philadelphia al salmone o spalmabile 60 g
  • Aglio 2 spicchi
  • Olio extra vergine d'oliva q.b.
  • Vino bianco secco q.b.
  • Prezzemolo tritato (a piacere) q.b.

Preparazione

  1. In una casseruola antiaderente, che contenga anche la pasta, fare insaporire l’aglio pelato schiacciato e tagliato fine, aggiungere il salmone, sfumare con un goccio di vino bianco, mescolare con un cucchiaio di legno fino a che diventerà rosato.

  2. Nel frattempo scolate la pasta al dente tenendo un goccio d’acqua di cottura in cui avrete fatto sciogliere il formaggio.

  3. Versare la pasta nella casseruola con il salmone e mantecare con il formaggio fuso, insaporendo il tutto. Servire bella calda.

  4. A piacere, aggiungere del prezzemolo tritato.

Note

Precedente Praline di panettone e cioccolato Successivo Polpette di broccoli e cannellini

Lascia un commento