Risotto con pere, polvere di caffè e raspadura

Dovete cucinare “in trasferta”? Avete ospiti celiaci e/o che non amano i formaggi intensi?

Nessun problema! Con questa ricetta il successo è assicurato.

Facile, veloce e d’impatto, questo risotto unisce l’amore ormai noto tra pere e formaggio, la delicatezza della raspadura e il contrasto del caffè.

Sponsorizzato da Risi Preziosi

  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Preparazione:
    40 minuti
  • Cottura:
    20 minuti
  • Porzioni:
    2 persone
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • Riso Karbor (o Carnaroli) 190 g
  • Pera abate (grande) 1
  • Raspadura 100 g
  • Caffè in polvere q.b.
  • Scalogno 1
  • Brodo vegetale 1 l
  • Olio extravergine d’oliva 2 cucchiai
  • Sale q.b.

Preparazione

  1. Preparazione: innanzitutto scaldiamo il brodo vegetale, portiamolo a bollore e teniamolo sempre bello caldo. Passiamo alla pera: con un pelapatate priviamola della buccia e tagliamola a cubetti piccoli (0,5 cm, max 1 cm), scartando la parte centrale dura con i semi.

  2. Tritiamo lo scalogno e soffriggiamolo in una padella a bordi alti con un po’ di olio extravergine a fiamma bassa senza farlo bruciare: quando diventa dorato uniamo i cubetti di pera. Cuociamoli per 8-9 minuti, quindi aggiungiamo il riso.

  3. Tostatura: alziamo leggermente la fiamma, aggiungiamo il riso e tostiamolo per 2-3 minuti. (Per questa ricetta non sfumo con il classico vino ma lascio che la dolcezza della pera prenda il sopravvento)

  4. Cottura: aggiungiamo quindi un mestolo di brodo e continuiamo man mano che il risotto si asciuga e portiamo a cottura.

  5. Quando il risotto è pronto, assaggiamo, se serve aggiustiamo di sale e togliamolo dal fuoco.

  6. Mantecatura: mantechiamo con la raspadura facendola sciogliere bene. Teniamo da parte qualche “foglia” per decorazione.

  7. Impiattamento: in un piatto da portata mettiamo al centro un coppapasta rotondo e distribuiamo il nostro risotto. Concludiamo mettendo sopra il risotto una “foglia” di raspadura e una spolverata di caffè.

Precedente Risotto al Campari, pompelmo rosa e gambero rosso di Mazara Successivo Risotto al frutto della passione, carpaccio di spada e timo

Lascia un commento