Minestrone di verdure

Cosa c’è di meglio di un buon minestrone di verdure, dopo i pasti sostanziosi delle feste? Infatti quando si desidera tornare ad un regime equilibrato perché si è esagerato un po’, o per  scongiurare un aumento del nostro peso corporeo, allora dobbiamo ricorrere al consumo abbondante  di vegetali. La ricetta del minestrone di verdure è proprio quello che ci vuole, poiché aggiungendovi una manciatina di pasta corta, diventa un abbondante primo piatto, che soddisferà il palato senza compromettere la linea. Infine se si completa con dei legumi ed una spolveratina di parmigiano grattugiato può diventare un piatto unico.Minestrone di verdure di Fantasie a Tavolare

Ingredienti:

–    500 gr. di verdure miste (fagiolini, piselli, carote, patate, bietole, cipolla, pomodoro, sedano, fagioli borlotti)
–    200 gr. pasta ditali rigati
–    Olio extravergine di oliva q.b.
–    Parmigiano grattugiato
–    Sale q.b.

Preparazione:

Iniziare lavando accuratamente le verdure e riducendole in pezzi, poi versare due cucchiai di olio in una pentola capiente e farlo scaldare leggermente. A questo punto versare nella pentola le verdure e farle scaldare nell’olio per qualche minuto, poi aggiungere tanta acqua fino a superarle di quattro dita e iniziare la cottura a fuoco alto. Quando il minestrone comincerà a bollire, abbassare il fuoco, aggiungere il sale, una scorza di parmigiano e lasciare sobbollire per un paio d’ore, oppure se usate la pentola a pressione, per 40 minuti circa. Trascorso questo tempo versarci dentro la pasta e a cottura ultimata servire con del parmigiano grattugiato.
Minestrone di verdure di Fantasie a TavolareBUONA CUCINA

Seguitemi anche su:  facebook1 Seguitemi su facebook googleplus1  Seguitemi su googleplus  Seguitemi su twitter

 

OGNI SABATO ALLE ORE 14.00 ASCOLTA CON ME I BLOGGER GZ SU: http://www.deliradio.it/

 

DeliRadio

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Rotolo con la nutella Successivo Panini con olio

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.