Polpo rosticciato su crema di patate

Ingredienti per polpo rosticciato su crema di patate per 4 persone:

 

 

 

  • 1.5 kg di polpo
  • 400g di patate
  • 3 gambi di sedano
  • 3 carote
  • 2 cipolle
  • olio qb
  • sale qb

 

 

 

 

 

1) Per prima cosa prepariamo il brodo vegetale. Mettiamo quindi in una pentola, riempita con acqua fredda, un gambo di sedano, una carota ed una cipolla. Portiamo il tutto all’ebollizione ed aggiungiamo una manciata di sale grosso.

 

 

 

 

2) Puliamo il polpo rimuovendo le interiora (site dentro la testa), il dente (al centro dei tentacoli) e gli occhi.

Tritiamo il un gambo di sedano, una carota e mezza cipolla e mettiamo il tutto a soffriggere in una padella molto capiente. Aggiungiamo il polpo e facciamolo rosolare per 4-5 minuti fino a che non avrà cambiato colore. Infatti il polpo inizialmente ha colore grigio-bianco, poi durante la cottura diverrà violaceo.

 

 

3) Copriamo il polpo con il brodo vegetale e lasciamolo cuocere per circa 45 minuti a fiamma media.

 

 

 

 

 

 

 

4) Peliamo le patate e tagliamole a fettine di un paio di centimetri di spessore.

Realizziamo ancora un fondo con sedano, carota e cipolla ed aggiungiamovi le patate.

 

 

 

 

5) Facciamo cuocere bene le patate aggiungendo, a poco a poco, il brodo vegetale. Quando saranno cotte, frulliamo il tutto e lasciamo raffreddare.

 

 

 

 

 

6) A questo punto controlliamo il polpo che dovrebbe essere arrivato a fine cottura. Scoliamolo e lasciamolo freddare qualche minuto.

Con delle forbici, tagliamo alla base i tentacoli e separiamoli l’uno dall’altro.

 

 

 

7) Prendiamo una griglia e cuciamo i tentacoli del polpo ad alta temperatura così da ottenere una crosticina croccante.

 

 

 

 

 

8) Impiattiamo mettendo un fondo di crema di patate ed adagiamoci sopra il polpo rosticciato.

ABBINAMENTO:

Con questo piatto è d’obbligo un bianco possibilmente fresco ed equilibrato, noi per esempio abbiamo deciso di bere una ribolla gialla, vino aromatico con sentori floreali, ma non troppo dolce. Sicuramente anche uno chardonnay potrebbe essere altrettanto adeguato con questo piatto.

Precedente Frittura di alici e lattarini, semplice ed in pastella Successivo Torta soffice di mele rosse

Lascia un commento

*