Cartucce dolci alle mandorle ricetta napoletana

Cartucce dolci alle mandorle, dolci veloci napoletani con farina di mandorle profumate all’arancia, piccola pasticceria davvero semplice e ottima! dessert dopo pranzo o cena ottimi da regalare

Cartucce dolci alle mandorle ricetta napoletana

La ricetta è davvero molto semplice io ho utilizzato l’arancia anzichè il limone, queste cartucce dolci sono morbidissime vanno a ruba! Per la realizzazione occorrono gli appositi cannoli di metallo e le cartine, poi è tutto piuttosto semplice

Le cartucce dolci sono il classico dolce da dessert servito con il thè un must della pasticceria napoletana, non ci vuole molto a realizzarli e vanno a ruba, li potete preparare anche per regalare a Natale, sono perfette per feste di compleanno e buffet.

Seguitemi in cucina oggi ci sono le cartucce dolci!

La ricetta è presa da QUI

Cartucce dolci alle mandorle vickyart arte in cucina

Cartucce dolci alle mandorle vickyart arte in cucina

Ti può interessare:

Ricetta: Cartucce dolci alle mandorle

QUI ALTRE RICETTE

Segui le ricette di Arte in Cucina anche su Telegram sul canale telegram.me/arteincucina

QUI SE VUOI SEGUIRMI SULLA PAGINA FACEBOOK

SEGUI ARTE IN CUCINA SU INSTAGRAM

Ingredienti

    • 100g di mandorle o farina
    • 50g di farina “00”
    • 25g di fecola
    • 100g di zucchero
    • 80g di burro morbido
    • 10g di burro fuso
    • 2 uova
    • un pizzico di sale
    • 2 gocce di essenza di mandorla amara
  • 1/2 scorza di un arancia grattugiata

Procedimento

  1. Per circa 20 dolcetti
  2. Tritare le mandorle finemente, tritare la buccia d’arancia.
  3. Mescolare le mandorle con 1 uovo sbattute l’aroma e la buccia d’arancia, far riposare a temperatura ambiente per un’ ora.
  4. Lavorare il burro con lo zucchero unire il composto precedente, un cucchiaio per volta, alternando con l’altro uovo sbattuto.
  5. Mescolare con un cucchiaio e unire il burro fuso, infine unire la farina e la fecola
  6. setacciate, poco per volta.
  7. Lasciar riposare l’impasto per un’ora a temperatura ambiente, se vi sembra troppo mollte tenetelo un po’ in frigo.
  8. Trasferire l’impasto in una siringa con bocchetta liscia (1 cm di diametro) e distribuire il composto nei cannelli foderati con le cartine , riempiendoli fino al bordo del cannello.
  9. Infornare a 170° per 10 minuti poi abbassare a 160° e continuare per altri 8/10 minuti.
  10. La cartuccia deve rimanere chiara sotto la carta e dorata sulla parte superiore.
  11. Togliere le cartucce dal cannello e metterle sulla carta assorbente per eliminare l’unto.
  12. Bon appétit..

Preparation time: 20 minute(s)

Cooking time: 20 minute(s)

Number of servings (yield): 6

Culinary tradition: Italiana

Voto 5 Stelle: ★★★★★ 1 review(s)

Copyright © Vickyart.

Precedente Fettina di maiale con funghi Successivo Teglia di zucca bianca e cipolla gratinata

14 commenti su “Cartucce dolci alle mandorle ricetta napoletana

  1. Ciao cara è un po’ che non passo da te ,ma trovo sempre cosette deliziose da prendere nota.
    P.s. per natale avrai il famoso regalo, non mi sono dimenticata ,ma il tempo è tiranno e a casa ce ne sempre una.
    baci e Buon fine settimana.

  2. gli stampini non li ho… se li faccio direttamente nella carta forno?!?!? invece che cartucce faccio … mmmmm… carote?!??!!

  3. Rossella il said:

    sono buonissimi…grazie….li ho fatti oggi ma forse ho sbagliato qualcosa perchè quando erano nel forno a cuocere sono cresciuti dalla parte sbagliata…da sotto e si sono stesi tutti sulla teglia ed e uscito tutto l’impasto da sotto e non sono rimasti diritti…..come mai? dove ho sbagliato? ma di sapore sono proprio buoni….

    • mmmm vanno tenuti stesi non in piedi, come li hai messi? comunque, un po’ si fuoriesce, riduci il burro, quello li rende troppo morbido magari abbiamo usato una qualità diversa, il tuo magari ha una componente grassa maggiore, conserva l’impasto in frigo per un po anzichè all’aria prima di metterlo nelle cartine, lo aggiungo, grazie

  4. Stefy il said:

    Ottima ricetta!!!
    Unico accorgimento, siccome ho utilizzato meno di metà fialetta “aroma mandorla” avendo timore che si sentisse troppo, la prossima volta ne dovrò usare di più, forse tutta o quasi; cosa mi consigli? perchè nella tua ricetta si parla di due gocce di “essenza di mandorla”!
    GRAZIE!!

    • in effetti il timore è proprio quello, la fialetta è un concentrato e potrebbe essere troppo forte, quindi fastidioso, è anche una questione di gusto, se non ti da fastidio va bene anche tutta, stai attenta che non ti renda l’impasto troppo morbido, aggiungi magari un pochino di farina per compensare, è sempre un liquido

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.