Patatine “fritte” ad aria Ottime con la Turbocecofry4

Patatine fritte ad aria

E’ da un pò che manco dal blog, e mi dispiace, voglio riprenderlo in mano e ricominciare a pubblicare come una volta… so che in tanti passate a trovarmi spesso per vedere se ci sono novità, e io non mi sono mai fatta viva… vi chiedo immensamente scusa!
Oggi ho deciso di tornare e lo faccio con un regalino per voi… Vi faccio conoscere un nuovo gioiellino entrato nella mia cucina: la turbocecofry 4D – friggitrice ad Aria – della Cecotec.
In passato vi ho già parlato delle friggitrici ad aria, ne ho un altra infatti, ma questa prometteva meraviglie… e allora non potevo non provarla, e, finora le aspettative sono state tutte rispettate! Ci ho preparato già diverse cosine…. e tutte sono riuscite al primo colpo in modo perfetto! Ma andiamo per ordine… la prima prova, la più importante per una friggitrice ad aria, è quella di fare le patatine il più simili possibili a quelle fritte. Beh, vi garantisco che queste erano proprio fritte! AHAHAHHAHA Volete vederle? Andiamo

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni3
  • Metodo di cotturaFrittura ad aria
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Le mie patatine “fritte” sono aromatizzate con paprika e origano, ma nulla toglie che voi possiate aromatizzarle a vostro piacere!

1/2 kg patate
Qualche q.b. paprika affumicata (si può usare dolce, affumicata o piccante)
q.b. origano secco
q.b. sale (io ho usato un sale al sedano 🙂)
1 cucchiaio olio extravergine d’oliva (anche mezzo cucchiaio basta)
158,65 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 158,65 (Kcal)
  • Carboidrati 29,97 (g) di cui Zuccheri 1,39 (g)
  • Proteine 3,57 (g)
  • Grassi 3,38 (g) di cui saturi 0,50 (g)di cui insaturi 0,09 (g)
  • Fibre 4,02 (g)
  • Sodio 398,20 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 170 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Strumenti

Gli strumenti d usare sono davvero pochi, se escludiamo la friggitrice ad aria, sarà sufficiente un pela patate e una ciotola!

Passaggi

Questa friggitrice ha una capienza molto elevata, fino a 1,5 kg di patate, io ho provato con mezzo chilo per ora, ma non ho dubbi che il risultato sia uguale anche con quantità superiori.

Come si potrà ben immaginare, la prima cosa da fare è pulire le patate! 🙂
Una volta pelate e tagliate (possibilmente tutte della stessa dimensione…), bisogna lavarle e asciugarle.

patate fresche
patate fresche

Condire con Paprika, origano, sale al sesamo (o sale normale) e il cucchiaio di olio quindi mescolare per distribuire uniformemente il condimento e portare il tutto nel cestello della friggitrice!

A questo punto non ci resta che scegliere il progamma preimpostato “patatine fritte” che dura 30 min. e avviare la macchina. Da questo momento in poi possiamo dimenticarcene per la prossima mezz’ ora. E non preoccupiamoci di attivare un timer… la friggitrice ci avviserà allo scadere del tempo con 10 piccoli bip consecutivi.

Trascorso il tempo… questo è il risultato

E per finire, quale è la fine migliore per le patatine fritte? Beh, di fianco ad un hamburger no?

CONCLUSIONI

A questo punto non mi resta che invitarvi a continuare a seguirmi, perchè ho già altre ricettine pronte per voi da farvi vedere con questa meraviglia di gioiellino! Ma, non solo… come ho detto all’ inizio ho intenzione di ritornare attiva 🙂

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Lu.C.I.A. - tracucinaepc

Ciao! Io sono Lucia, Rofranese (SA) adottata Parmigiana con una grande passione per la cucina, soprattutto per la pasticceria... e con un occhio di riguardo all' home made. Nella mia cucina raramente (e in genere solo per provare) sono entrati piatti pronti (di quelli che tanto vanno di moda adesso...), io preferisco impiegare mezza giornata in cucina, ma preparare da sola qualsiasi cosa mio marito o io abbiamo voglia di provare! Come quella volta che, lui preso da un attacco improvviso di golosità mi ha chiesto se sapevo fare le piadine....... E la mia risposta è stata "Non le ho mai fatte, ma che ci vuole?" e nel giro di un' oretta eravamo a tavola a mangiare la mia prima piadina!!! :-) Ecco, questa sono io, non esistono sfide impossibili (almeno in cucina)...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *