Panino ai gamberi

Come resistere al pane croccante ai semi, alla dolce insalata ai cavoli e carote condita da squisita salsa allo yogurt per alleggerire, e a completare il gusto dei carnosi e profumati gamberi marinati e piastrati di un panino davvero speciale. Tanta golosità è racchiusa nel Panino ai gamberi che noi di Recipeart abbiamo preparato ed assaggiato con gioia per voi.
panino ai gamberi


Difficoltà:

Facile

 
Preparazione:

5 min

 
Cottura:

8-10 min


Porzioni:

1-2 persone

 
Costo:
4-5 €
 
Bevanda:

Prosecco

Panino ai gamberi

 

  • 1-2 panino ai semi o di farine semi integrali
  • 1/2 kg gamberi argentini
  • 1/4 radicchio rosso
  • 1/4 insalata iceberg
  • 1/2 carota
  • 1/2 limone
  • Salsa yogurt
  • Olio extravergine d’oliva
  • qualche goccia di tabasco
  • un ciuffetto di prezzemolo
  • sale e pepe Q.b.

panino ai gamberi recipeart shrimp po boyIniziamo a preparare questo gustoso panino ai gamberi procedendo con eliminare dagli stessi il carapace e se volete anche il filino nero interno, l’intestino, incidndoli sulla sommità.

Poneteli a marinare in una pirofila condendo con un pizzico di sale, le gocce di tabasco, il succo del mezzo limone e prezzemolo tritato. Dovranno marinare almeno 30 minuti, riposti in frigorifero coperti da pellicola per alimenti, ma più sarà lungo il tempo della posta più si insaporiranno.

Intanto prepariamo l’insalata tagliando a listarelle l’iceberg, il radicchio e la carota. Condiamoli con un filo d’olio di oliva extravergine, sale, pepe e abbondante Salsa Yogurt fatta in casa.

Piastriamo prima le due metà del panino integrale e appena marinati per bene, cuociamo sulla griglia appena unta d’olio, per pochi secondi e usiamoli per farcire il panino assieme all’insalata, altra salsa e prezzemolo tritato.

Note: Ovviamente non potevamo proporvi una valida e croccante alternativa ai gamberi marinati e grigliati, si fanno largo tra le idee più golose i gamberi impastellati e fritti. Dopo la marinatura potranno infatti essere impastellati in una miscela di acqua e farina e tuffati in olio di semi bollente. Che ne dite di provare entrambe le versioni e farci sapere quale vi sarà piaciuta di più? Buon appetito!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...