Calamari imbottiti

I calamari imbottiti sono un secondo piatto di pesce molto gustoso che preparato con abbondante sughetto può condire anche la pasta. E’ una ricetta sfiziosa, che vi farà fare una bellissima figura a tavola e se servite i calamari imbottiti a fettine sottili, può diventare anche un sofisticato antipasto di pesce.

Calamari imbottiti

Calamari imbottiti

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 kg di calamari
  • 2 spicchi d’aglio
  • un ciuffo di prezzemolo
  • 12 pomodorini (ciliegino, pachino o piccadilly)
  • mezzo bicchiere di vino bianco secco
  • sale e pepe q.b.
  • 5-6 cucchiai di olio evo

per il ripieno

  • mezzo pacco di pan carré
  • latte fresco intero q.b.
  • 40 g di grana padano
  • 1 spicchio d’aglio
  • un ciuffo di prezzemolo

Preparazione:

Se avete la fortuna di avere un vostro pescivendolo di fiducia che vi dia i calamari già puliti… tanto meglio, altrimenti per preparare i calamari imbottiti dovete, prima di tutto, procedere, con la loro pulizia. Per prima cosa, sciacquate i calamari sotto l’acqua corrente, poi, con le mani, staccate la testa dal corpo del calamaro e tenetela da parte. Dopo cercate la penna di cartilagine trasparente che si trova nel mantello ed estraetela delicatamente, sempre con le mani. Risciacquate il calamaro sotto l’acqua corrente ed estraete le interiora dal mantello. Se il calamaro ha la sacca di inchiostro e volete utilizzarlo in cucina, fate uscire il liquido e conservatelo in una ciotolina. Incidete, ora, con un coltellino, la parte finale del mantello, prendete un lembo di pelle esterna e tirate via il rivestimento con le mani. Riprendete la testa, che avevate messo da parte e separate i tentacoli, incidendo con un coltellino poco sotto gli occhi, eliminandone il dente centrale. Ora, tirate con le mani, la pelle dai tentacoli e sciacquate ben bene tutte le parti del calamaro sotto l’acqua corrente e cominciate la preparazione del ripieno. Se non sapete come pulire i calamari, seguite il tutorial di Giallo Zafferano, dove la nostra brava Sonia, ci insegna passo passo come fare.

Tagliate i tentacoli a pezzi piccoli, con un coltello e metteteli a rosolare in un tegame, con l’olio evo e lo spicchio d’aglio. Dopo circa 10 minuti sfumate con il mezzo bicchiere di vino bianco e lasciate cuocere, con un coperchio, per altri 10 minuti.

Nel frattempo, in una ciotola, mettete il prezzemolo e l’aglio tritati e il grana padano grattugiato, tranne il pan carré che va da parte in un’altra terrina, bagnato con il latte (non inzuppato) e dopo strizzato con le mani. Mettete poi il pan carré nella ciotola, con tutti gli altri ingredienti ed amalgamate bene il tutto con le mani, dopo avere regolato di sale e pepe.Quando i tentacoli saranno cotti, lasciateli raffreddare, tritateli in un mixer e aggiungeteli al resto degli ingredienti, amalgamando bene il tutto tra di loro.

Riempite ora i calamari con l’impasto preparato in precedenza, aiutandovi con un cucchiaino e poi, chiudeteli con uno stuzzicadenti. Mi raccomando, riempiteli per 3/4, altrimenti in cottura scoppieranno!!!

Ora, in una padella, mettete lo spicchio d’aglio e il prezzemolo tritati e fate rosolare un pochino, aggiungetevi poi i calamari imbottiti e fateli rosolare da ambo le parti. Dopo aggiungete i pomodorini, un po’ d’acqua calda e regolate di sale e di pepe. Fate andare, a fuoco basso per circa 30 minuti, aggiungendo un po’ d’acqua se dovessero asciugarsi troppo, coperti con un coperchio. Servite i vostri calamari imbottiti ben caldi, magari accompagnati da una bella insalata mista.

Un consiglio: non esagerate con una cottura troppo lunga dei calamari, perché se cotti troppo a lungo tendono a diventare duri e stopposi, lo diceva anche Artusi.

Seguitemi anche sulla mia pagina facebook!!!

Precedente Risotto allo zafferano Successivo Torta salata salame e scamorza

8 commenti su “Calamari imbottiti

  1. ANNA3 il said:

    questo è un classico della cucina a base di pesce.
    un piatto di sicuro successo,avrei voluto vedere una varazione alla ricetta di tua fantasia

    • raffikaelesuemaniinpasta il said:

      niente variazioni sul tema questa volta 🙂 ….. ricetta classica e tradizionale 😉 …grazie Annarella….. besos!!!

  2. mia madre me li prepara spesso, e son belli come i tuoi, complimenti mettono fame solo a vederli, e complimenti per la grafica e testata, mi piace tantissimo!!!

    • raffikaelesuemaniinpasta il said:

      non puoi immaginare la mia felicità…lo scopo e lo spirito del mio blog è questo…condividere e far provare ad altri le mie ricette…grazie Sara e quando vuoi io sono qui 🙂 🙂 🙂 …baciuzzi!!!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.