Pizza dolce di Pasqua Marchigiana

La Pizza dolce di Pasqua Marchigiana è un dolce tipico dell’entroterra Marchigiano, ma si prepara anche in altre regioni italiane (come Umbria e Abruzzo).
In questa Domenica delle Palme particolare, siamo tutti ancora in casa in quarantena, sperando di riuscire presto a riprendere gradualmente le nostre vite: e allora manteniamo almeno le tradizioni, quelle che possiamo fare in casa come questo dolce pasquale!

Vi lascio alla ricetta, in cui vi racconto passo passo come realizzare la Pizza di pasqua dolce;
inoltre qui trovate tutte le mie RICETTE DI PASQUA come la Pizza al Formaggio!

pizza dolce di pasqua marchigiana
  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo2 Ore
  • Tempo di cottura45 Minuti
  • Porzionistampo da 1 kg
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti per Pizza dolce di Pasqua Marchigiana

  • 2Uova
  • 170 gLatte
  • 25 gLievito di birra fresco (o una bustina di lievito disitratato)
  • 90 gOlio di semi di girasole
  • 130 gZucchero
  • 550 gFarina 0
  • q.b.aroma vaniglia
  • 1Scorza d’arancia
  • 1Scorza di limone
  • 1 cucchiainoCannella in polvere
  • 2 cucchiaimistrà (o liquore all’anice)
  • 70 gCanditi (facoltativi)

per la glassa

  • MezzoAlbume
  • 80 gZucchero a velo
  • goccelimone
  • q.b.Codette colorate

Strumenti

  • Planetaria
  • Sbattitore per montare gli albumi

Preparazione Pizza dolce di Pasqua Marchigiana

  1. Per prima cosa preparate un lievitino con i 25 g di lievito di birra fresco, il latte appena tiepido e circa 200 g di farina presa dal totale. Impastate grossolanamente e coprite per mezz’ora.

    [Se usate il ldb in bustina, mescolatelo direttamente alla farina, insieme ad un cucchiaino di zucchero.]

  2. Passata la mezz’ora mettete il lievitino nella ciotola della planetaria e iniziate ad aggiungere gli altri ingredienti in questo ordine:

    un uovo alla volta, facendo ben assorbire;

    lo zucchero, la restante farina, alternata all’olio;

    gli aromi: vaniglia*, buccia di 1 limone e 1 arancia e cannella (c’è chi aggiunge anche un po’ di noce moscata, pepe e chiodi di garofano).

    Aggiungete poi il pizzico di sale e il mistrà.

    Impastate a lungo (io in totale 18 minuti) fino ad avere un bell’impasto liscio. Formate una palla e mettete a lievitare fino al raddoppio – considerate un paio di ore, ben coperto e al calduccio, nel forno con luce accesa va benissimo.

  3. Riprendete l’impasto, sgonfiatelo pian piano ed inglobate i canditi; io ne ho messi pochi, volendo potete ometterli o aggiungerne di più.

    Formate una palla e mettete l’impasto direttamente nel pirotto dove andrete a cuocerlo. Con queste dosi potete utilizzare i pirotti di carta dei panettoni (uno da 1 kg o 2 da mezzo kg) oppure una teglia con i bordi abbastanza alti. Io ho usato una teglia di alluminio svasata con base 20 cm in cui ho messo circa 800 g di impasto; in più ho preparato 2 paninetti. ^_^

    **Se usate teglie dovete oliarle ed infarinarle prima di mettere l’impasto; se usate i pirotti tralasciate questo passaggio.

  4. Mettete di nuovo a lievitare in luogo tiepido e lontano da correnti d’aria, va benissimo in forno chiuso con lucina accesa. Coprite la teglia con pellicola o coperchio.

  5. pizza di pasqua dolce

    Una volta raddoppiato l’impasto procedete alla cottura: forno statico a 170°C, già caldo.

    Posizionate la pizza dolce sul ripiano più basso del forno e se dovesse colorarsi troppo coprite con un foglio di alluminio.

    Lasciate cuocere per almeno 45 minuti.

  6. pizza pasqua

    Sfornate e lasciate raffreddare, se potete a testa in giù. Io ho lasciato raffreddare tutta la notte.

    Per togliere la pizza dolce dallo stampo basterà passare con la lama di un coltello tutto intorno ai bordi e capovolgere.

Per la glassatura e la decorazione

  1. glassa pizza pasqua

    Montate il mezzo albume con lo zucchero a velo e qualche goccia di succo di limone, a mano o con uno sbattitore elettrico (consigliato!) fino ad avere una glassa bella lucida.

    Versate su tutta la superficie della pizza dolce di pasqua e decorate con le codette colorate.

    Lasciate asciugare il più possibile (io 24 ore).

Note e Consigli

La Pizza di pasqua dolce si conserva in un sacchetto di plastica, come per i panettoni. Se la gustate qualche giorno dopo la preparazione sarà ancora più buona!

* Gli AROMI: la particolarità di questa pizza dolce sono sicuramente gli aromi. In alcune zone delle Marche si trovano degli aromi già pronti (nei supermercati o farmacie) un estratto, che è il vero segreto della pizza dolce. Ad ogni modo ogni famiglia e ogni paese ha la propria “ricetta” ^_^. Io vi ho proposto questa versione che somiglia molto a quella che acquistava mia suocera per la Pasqua!

**Io ho utilizzato la pasta con estratto di vaniglia della pane angeli, ma va bene anche un aroma vaniglia in polvere o in fiala; ancora meglio utilizzare la bacca di vaniglia.

*** Ringrazio il gruppo Il fornaio che c’è in te – Pane, pizza e dolci da forno da cui traggo spesso ispirazione per buonissime ricette come questa!

BUON APPETITO DALLA CUCINA DI E’ QUASI MAGIA!!!! E per rimanere in contatto con noi Seguiteci su Facebook e INSTAGRAM

TORNA ALLA HOME

Mamme conoscete il mio blog dedicato a voi e ai vostri bambini? Vi aspetto su AMORE DI MAMMA!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Scrivimi!

comments

Precedente Crema al cacao senza uova, ricetta velocissima Successivo Cornetti sfogliati semplici

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.