Crea sito

RISOTTO AL POMODORO

RISOTTO AL POMODORO

Ricetta di Piero Benigni

Questo risotto, che appartiene alla cucina povera toscana, è un piatto di grande bontà, facile da farsi e assai economico. Provatelo anche voi, vi piacerà moltissimo!

Risotto al pomodoro 1
  • Preparazione: 10 Minuti
  • Cottura: 45 Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 4 persone
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

  • 320 g riso Carnaroli
  • 400 g di pomodori maturi o 300 g di passata
  • 1 cipolla piccola
  • 1/2 carota
  • 1,5 l brodo vegetale
  • 30 g parmigiano grattato
  • 30 g burro
  • 50 ml circa vino bianco secco

Preparazione

Il trito di cipolla e carota

  1. Risotto al pomodoro 6

Aggiunta del pomodoro

  1. Risotto al pomodoro 4

Burro e parmigiano pronti

  1. Risotto al pomodoro 3

A fine cottura aggiungeteli al risotto

  1. Risotto al pomodoro 2

Note

RISOTTO AL POMODORO

RICETTA DI PIERO BENIGNI

Questo risotto è un piatto di grande bontà, tipico della cucina popolare toscana. È facile da farsi e assai economico: provatelo, piacerà a voi e ai vostri ospiti!

Per chi non si sentisse tanto sicuro nella preparazione di un risotto, consiglio di guardare la mia ricetta generale pubblicata in questo blog, cliccando qui come si fa il risotto.

E’ bene avere sott’occhio un contaminuti o comunque un orologio.

Il punto di cottura del riso si valuta masticando lentamente alcuni chicchi con gli incisivi, il che permette di valutarne l’anima, che anche a fine cottura deve essere presente e sensibile.

Consiglio il riso Carnaroli, che cuoce in circa 18 minuti dall’aggiunta del primo brodo. Potrete usare sia la cipolla che lo scalogno.

Raccomando di non mettere più pomodoro di quanto indicato per non compromettere la delicatezza del piatto. Come vedete dalla foto del risotto servito finito, il colore è tenue.

PREPARAZIONE INIZIALE

Preparate 1,5 l di brodo vegetale, anche con dadi o granulare, e controllate che sia perfettamente salato.

Mettete il brodo al fuoco in un fornello vicino alla casseruola dove farete il risotto, e fate il modo che sia a blando bollore quando metterete il riso nel tegame. Così dovrà restare per tutta la cottura.

Tritate finemente cipolla e carota e mettetele a soffriggere, a fuoco molto dolce, con 2 cucchiai d’olio.

Se volete aumentare il sapore aggiungete una fetta di rigatino tritato o fatto a dadini minuti.

Quando la cipolla sarà appassita sfumate con due cucchiai di vino bianco e fate evaporare.

Aggiungete i pomodori tagliati a pezzi minuti oppure passati, e fateli insaporire col resto per 20 minuti.

Se non avete pomodori freschi, saporiti e ben maturi, usate 300 g di pomodori pelati tritati oppure di passata.

Aggiungete anche la punta di un cucchiaino di zucchero, che contrasterà la naturale acidità del pomodoro.

Fate cuocere a fuoco medio-basso per circa 5 minuti, poi aggiustate di sale la salsa ma lasciatela abbastanza sciocca.

COTTURA DEL RISO

Versate il riso e rimestatelo a fuoco vivace per 3 minuti, fino a quando non avrà un aspetto madreperlaceo e la salsa non si sarà asciugata.

Bagnate con 2 mestoli di brodo bollente, abbassate il fuoco e iniziate a tirare il risotto, rimestando quasi di continuo.

Nel tegame dovrete mantenere solo un dolce bollore, che non dovrà mai cadere.

Quando il brodo sarà stato assorbito del tutto, versatene un altro mestolo, e così via fino a che il riso non sarà ancora decisamente al dente. Controllate e, se necessario, mettete a punto di sale.

Continuate a cuocere assaggiando spesso e quando sentirete che nel riso è rimasta poca anima, spengete la fiamma e aggiungete 30 g di burro e 30 di parmigiano grattato.

Rimestate per far sciogliere, coprite e fate mantecare per 3 minuti.

Servite il vostro risotto al pomodoro con altro formaggio a disposizione e guarnendo ogni piatto con una foglia di basilico o prezzemolo tritato. Buon appetito!

la cucina di piero

https://blog.giallozafferano.it/pierobenigni/risotto-al-pomodoro/

Chi volesse approfondire la conoscenza della cucina toscana, può consultare i siti:

Wikipedia Cucina toscana

Regione toscana alimentazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.