Crea sito

FRITTELLE ALLE MANDORLE – ricetta originale

Anche quest’anno a Carnevale, per portare una ventata di allegria e mantenere viva la tradizione dei fritti, ho realizzato delle originali frittelle alle mandorle alle quali ho dato la forma a goccia per ricordarne l’aspetto. Ho accentuato il loro sapore aromatizzando l’impasto con del liquore alle mandorle.

Insomma, non le classiche FRITTELLE DI CARNEVALE, come le CHIACCHIERE o le CASTAGNOLE, ma dei dolcetti a base di mandorle, di cui la mia terra ne è la principale produttrice e gli alberi, già a Febbraio, ci regalano una gioiosa anticipazione di Primavera.

Se vi ho ingolositi almeno un po’, seguitemi in cucina e prepariamo insieme le frittelle alle mandorle, sarà facile e divertente.
Una sola raccomandazione: se siete dei golosoni raddoppiate le dosi!

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo15 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni12
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana
297,42 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 297,42 (Kcal)
  • Carboidrati 36,14 (g) di cui Zuccheri 21,79 (g)
  • Proteine 4,80 (g)
  • Grassi 13,83 (g) di cui saturi 3,48 (g)di cui insaturi 4,99 (g)
  • Fibre 1,98 (g)
  • Sodio 4,08 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 51 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

INGREDIENTI

  • 250 gfarina Maiorca (grano tenero di tipo 1) (antico grano siciliano macinato a pietra)
  • 1 cucchiainolievito chimico in polvere
  • 100 gfarina di mandorle (o mandorle pelate)
  • 70 gzucchero
  • 90 gstrutto
  • 4tuorli
  • 4 cucchiaiamaretto (liquore)
  • 500 mlolio di arachide (per friggere)
  • 200 gmiele di acacia (per glassare)
  • 2 cucchiaiamaretto (liquore)

STRUMENTI

  • Ciotola
  • Sbattitore
  • Cucchiaio di legno
  • Spianatoia
  • Pellicola per alimenti
  • Mattarello
  • Formina o rotella tagliapasta
  • Tegame
  • Schiumarola
  • Carta assorbente

PROCEDIMENTO

Se non riuscite a reperire la farina di mandorle utilizzate la stessa quantità di mandorle pelate. Tritatele insieme ad un cucchiaio di zucchero prelevato dalla quantità indicata. Poiché le lame del tritatutto potrebbero scaldarsi e far cacciare l’olio delle mandorle rendendole inutilizzabili, eseguite l’operazione azionando l’interruttore ad intermittenza.
  1. Innanzitutto, lavorate lo strutto, lo zucchero ed i tuorli in una ciotola capiente con le fruste elettriche, fino a renderli cremosi.
    Poi, mescolatevi la farina di mandorle ed il liquore.

  2. Miscelate la farina ed il lievito e incorporatene la metà al composto di uova con un cucchiaio di legno.
    Poi, incorporate il resto della farina lavorando l’impasto con le mani.

  3. Dopodiché, lavorate energicamente l’impasto fino a renderlo liscio ed omogeneo. Infine, formate un panetto, appiattitelo e lasciatelo riposare coperto con la pellicola, per 15 minuti circa, in freezer.

  4. Subito dopo, stendete il panetto sulla spianatoia infarinata o tra due fogli di carta forno utilizzando il mattarello (TUTORIAL), fino a quando otterrete una sfoglia spessa circa 1 cm.

  5. Infine, con una formina a goccia ricavate tante “mandorle”. In alternativa, tagliate dei piccoli rombi con una rotella tagliapasta.

  6. Nel frattempo, avrete versato l’olio in un tegame portandolo a 180°C. Se ci avete pensato dopo, mantenete le “mandorle” in frigorifero su una teglia senza sovrapporle.
    Friggete i dolcetti, pochi alla volta, girandoli spesso con una schiumarola, fino a quando non saranno ben dorati.

  7. Trasferite le frittelle su carta assorbente per eliminare l’eccesso d’olio. Poi, diluite il miele con il liquore e glassate i dolcetti mescolandoli.

  8. Servite le frittelle alle mandorle, vedrete, sono così speciali che andranno a ruba!

CURIOSITA’

Ogni anno, tra la fine Febbraio ed inizio Marzo, nella bellissima cornice dell’aerea archeologica della Valle dei Templi di Agrigento, si tiene la tradizionale Festa del mandorlo in fiore che, dal 1934, attira turisti da tutto il mondo per assistere alle esibizioni di gruppi folkloristici internazionali e alle sfilate dei carretti siciliani.

CONSERVAZIONE

A differenza dei tradizionali fritti, le mie frittelle alle mandorle si conservano benissimo a temperatura ambiente fino a 2 giorni. Pertanto, può essere vantaggioso qualora vorreste prepararle in anticipo.
Oltretutto, fredde sono ancora più buone!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.