Crea sito

Pizzoccheri fatti in casa – ricetta

Pizzoccheri, ricetta della Valtellina ORTAGGI © passione

I pizzoccheri sono un tipo di pasta fatta in casa con farina di grano saraceno, la ricetta classica è della Valtellina (una vallata lombarda al confine con la Svizzera, in provincia di Sondrio) e sono tipicamente conditi con verza, patate e formaggio locale. Un piatto tipico montano, gradevole e dal sapore rustico.
QUI puoi leggerne la storia, trovare la ricetta originale e i ristoranti dove gustarli.

STAGIONALITA’ – periodo raccolta del cavolo VERZA: da settembre ad aprile
(prima delle gelate d’inverno, che rendono questa verdura più tenera e dolce, si possono trovare le verze precoci che non hanno bisogno del freddo per diventare più buone)

Pizzoccheri alla valtellinese- ricetta classica - classic Italian recipe - ORTAGGI © passione by Sara Grissino
  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni6 porzioni
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Dosi per 6 persone

Ingredienti per 330 g di pasta per pizzoccheri

  • 150 gFarina di grano saraceno
  • 75 gFarina tipo 1 (o farina di riso, per i celiaci)
  • 1uovo piccolo (o 45 g d’acqua)
  • 30 gLatte
  • 30 gAcqua (tiepida)
  • Sale fino

Ingredienti per condire

  • 400 gVerza (o cavolo nero o bietole o fagiolini)
  • 2Patate
  • 80 gOlio extravergine d’oliva (o 100 g burro)
  • 100 gScalogno (o cipolla bianca)
  • 3 foglieSalvia
  • 200 gValtellina Casera (o formaggio latteria o Casatella)
  • 40 gformaggio grattugiato (Parmigiano reggiano o Trentingrana)
  • 1 spicchioAglio (facoltativo)

Strumenti

  • Ciotola
  • Forchetta
  • Pentola
  • Tagliere
  • Coltello
  • Mattarello
  • Scolapasta

Pizzoccheri fatti in casa – ricetta valtellinese

  1. Preparare la pasta fresca

    In una ciotola mescolare le due farine e il sale, poi aggiungere: l’uovo, il latte e l’acqua. Mescolare il tutto prima con una forchetta e poi con le mani. Quindi trasportare l’impasto sul piano di lavoro e formare un panetto ben sodo e liscio.

    Coprire la pasta fresca e farla riposare per 20 – 30 minuti.

    La pasta fresca formata in palla si può conservare in frigorifero ricoperta con della pellicola alimentare per 2 – 3 giorni prima del suo utilizzo.

    Nel frattempo preparare il condimento

    Porre dell’acqua in una capiente padella e portarla a bollore. Pulire la verza e tagliarla a striscioline. Sbucciare, lavare e tagliare a dadini di circa due centimetri le patate. Versare il tutto nell’acqua bollente e salare. Quindi cuocere per circa 15 minuti o fino a quando la verza è ben cotta e le patate saranno morbide. Tritare finemente a mano o con un tritatutto elettrico la cipolla (o lo scalogno), porla in un padellino con 80 g di olio e 50 g di acqua (o con il burro) e farla ammorbidire, aggiungere la salvia e lo spicchio d’aglio. Tagliare a pezzetti il formaggio. Grattugiare il parmigiano.

    Preparare i pizzoccheri

    Su un ripiano leggermente infarinato e con il mattarello, stendere la pasta ad uno spessore di circa 2 mm. Poi con una rotella tagliapizza (o un coltello) tagliarla a strisce per ottenere delle corte tagliatelle larghe circa 1,5 centimetri e lunghe 6 – 7 centimetri. Aggiungerli alla verza e alle patate in cottura e cuocere per circa altri 5 minuti.

    Impiattare i pizzoccheri

    Scolare le verdure e i pizzoccheri assieme. Porli di nuovo nella padella di cottura e condirli con l’olio o il burro aromatizzato (togliere aglio e salvia), mescolare con delicatezza. Sul fondo di una zuppiera porre uno strato di pizzoccheri, uno strato di formaggio a fettine, cospargere con il formaggio grattugiato e continuare così fino ad esaurimento degli ingredienti.

    Servire i pizzoccheri caldi.

ALTERNATIVE e VARIANTI

La verza si può sostituire con il cavolo nero, il cavolo riccio (Kale), le coste, le erbe spontanee (borragine, ortiche, rosoline, tarassaco…), i fagiolini, gli spinaci…

Per una versione senza glutine si può sostituire la farina con: farina di riso o altra farina di grano saraceno.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Sara Grissino

Cuoca green, seguo la stagionalità degli alimenti nella preparazione dei miei piatti. Amo conoscere, sperimentare in cucina i prodotti della campagna e non solo. Solare, mi piace stare in mezzo alla gente, condividere emozioni ed imparare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.