Focaccia barese semi integrale

La focaccia barese è un lievitato tipico della Puglia.

La mia versione semi integrale è piaciuta tantissimo a mio marito che in questa ricetta ha apprezzato anche il gusto della farina integrale che solitamente non ama.

Ricetta pugliese. Ricetta veg – vegana. Lievitato con lievito naturale, pasta madre solida.

Focaccia barese semi integrale Ortaggi che passione by Sara

Focaccia barese semi integrale

 

Difficoltà     Cappello chefCappello chef

Tempo di preparazione:  30 minuti + tempo di lievitazione

1° lievitazione di circa  3 – 4 ore (quella della pasta madre appena rinfrescata o tolta dal frigorifero)

2° lievitazione di circa  4 ore (o fino al raddoppio)

3° lievitazione di circa  1 – 2 ore (o fino al raddoppio)

Cottura: 15 – 20 minuti in forno ventilato (10 minuti a 220° e 5 – 10 minuti a 200°)

 

Focaccia barese semi integrale con lievito naturale Ortaggi che passione by Sara

Ingredienti per una teglia da forno cm. 40 x 30
  • 100 g di pasta madre pronta
  • 2 patate lessate (circa 200 g)
  • 170 g acqua di cottura delle patate lessate a 25°
  • 130 g di farina integrale (segale)
  • 200 g di farina manitoba (o semola rimacinata di grano duro)
  • 1 cucchiaino di malto (o zucchero)
  • 10 g d’olio extravergine d’oliva
  • 7 g di sale fino
  • farina integrale per la spianatoia (circa 30 g)

Ingredienti per farcire

  • 25 pomodorini datterini
  • 20 g d’olio extravergine d’oliva
  • 1 spicchio d’aglio
  • sale fino
  • origano q.b.
  • acqua q.b.
  • olive nere
  • sale grosso q.b.

Focaccia barese semi integrale con lievito madre Ortaggi che passione by Sara

Procedimento

Lavare, sbucciare e tagliare a dadini le patate. Lessarle nell’acqua calda per circa 10 minuti o fino a cottura. Scolarle tenendo l’acqua di cottura che servirà per l’impasto a temperatura ambiente.

Schiacciare le patate ancora calde nello schiacciapatate per ridurle in purea, tenerle da parte.

Versare in una ciotola la pasta madre a pezzetti, l’acqua di cottura delle patate a temperatura ambiente, lo zucchero e fare sciogliere il tutto. Aggiungere le patate in purea. Incominciare ad impastare e aggiungere poco alla volta la farina necessaria per ottenere un impasto molto morbido e  liscio.

Quando l’impasto è ben incordato (dopo circa 5 minuti) aggiungere il sale e l’olio a filo. Continuare ad impastare per altri 10 minuti.

Far riposare 20 – 30 minuti l’impasto nella ciotola.

Su un  ripiano infarinato (con farina integrale) porre l’impasto e fare qualche piega a tre, fino a formare una palla. Infarinare e coprire con un canovaccio o con una ciotola rovesciata.

Lasciare lievitare in un luogo caldo e lontano da correnti d’aria per circa 3 – 4 ore o fino al raddoppio.

Porre della carta da forno sulla teglia e versarci sopra un filo d’olio, porci sopra l’impasto e oliarlo esternamente, allargarlo con i polpastrelli delle mani fino a coprire tutta la superficie della teglia.

Fare lievitare l’impasto della focaccia nel forno spento a 50° per circa 1 – 2 ore.

Nel frattempo preparare la farcia: lavare e tagliare i pomodori datterini a metà, porli in una ciotola con l’aglio privato dell’anima e tagliato a spicchi, l’olio extravergine d’oliva, sale e abbondante origano, mescolare per fare insaporire.

Trascorso il tempo, togliere la teglia con la focaccia dal forno e accenderlo in modalità ventilato a 220°.

Distribuire su tutta la superficie della focaccia i pomodorini e le olive affondandoli nell’impasto. Versare sull’impasto il liquido dei pomodori, all’occorrenza allungarlo con poca acqua. Distribuire sopra del sale grosso.

Cuocere la focaccia barese semi integrale in forno ventilato già caldo a 220° (nel ripiano centrale) per 10 minuti, poi abbassare la temperatura a 200° e cuocere per altri 5 – 10 minuti o fino a raggiungere la croccantezza desiderata.

https://www.facebook.com/ortaggichepassione

Focaccia barese semi integrale Ortaggi che passione by Sara

Precedente Risotto con fiori di zucca, ricetta vegan e vegetariana Successivo Tiramisù cremoso, ricetta classica di Treviso

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.