Is meraviglias: ricetta tradizionale sarda

Is meraviglias! Cosa saranno mai??? Il nome dice tutto: dei dolci croccanti del carnevale sardo. Una vera meraviglia,per il palato; delle sfoglie sottili e fragranti composte da farina, semola, acqua e strutto; con la classica rotella dentellata la pasta viene tagliata a forma di piccoli rettangoli ai quali viene applicato un taglio al centro, questo impedisce che si gonfino troppo in cottura. La caratteristica principale che le differenzia dalle chiacchiere e’ sia il loro contenuto, in quanto è assente sia l’uovo che lo zucchero, sia il loro aspetto; infatti, nonostante la frittura tenda a dorare i cibi,queste dovranno rimanere assolutamente bianche, non dorate. Se quindi, dopo la frittura si ottengono delle sfoglie belle bianche e ricche di bolle, si é certi che la ricetta è andata a buon fine.
Amante della tradizione, amo di conseguenza rispettare le ricette; infatti questa che vi presento è la vera ricetta tradizionale, così come l’ho conosciuta preparare da mie nonne.
E voi non siete curiosi di provare questa ricetta???
“Oggi si mangia da me” vi augura un carnevale ricco di allegria e di tanti dolcetti prelibati come questi che vi illustro di seguito.

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura1 Minuto
  • Porzioni120 meraviglias
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti:

  • 400 gFarina
  • 400 gSemola
  • 120Strutto
  • 1 pizzicoSale
  • q.b.acqua tiepida
  • q.b.Olio di semi di arachide
  • Zucchero a velo

Strumenti

Strumenti utilizzati:
  • 1 Ciotola
  • 1 Macchina per pasta o un mattarello
  • 1 Rotella dentata
  • 1 Padella alta per friggere

Preparazione

Come preparare ” is meraviglias”
  1. Preparate l’impasto miscelando in una ciotola la farina e la semola, lo strutto e poca acqua tiepida leggermente salata.

    Di seguito, lavorate energicamente fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo.

  2. Stendete la pasta con la macchinetta o con il mattarello in una sfoglia sottilissima di circa 2 mm; utilizzando la rotella dentellata ritagliate delle forme rettangolari ed applicate un taglio al centro. Mi raccomando non saltate questo passaggio, in quanto impedisce che “is meraviglias” si gonfino troppo in cottura.

  3. Una volta che saranno tutte pronte, procedete con la frittura:

    immergetele in abbondante olio caldo per pochi secondi; richiedono davvero una cottura brevissima.

  4. Scolatele su carta assorbente e spolverizzate di zucchero a velo e servite.

CONSERVAZIONE

Conservate ” is meraviglias”, ben coperte fino a 5 giorni.

3,4 / 5
Grazie per aver votato!