Bignè di Tiana – La principessa e il ranocchio

Ho visto per la prima volta La principessa e il ranocchio nel 2009, l’anno della sua uscita nei cinema, parecchio tempo prima dell’apertura del mio blog. Già dalla prima (su circa 45093) visione ho ardentemente desiderato di assaggiare uno – o due, tre… – dei bignè di Tiana, soffici e ricoperti di candido zucchero a velo.

Quando, insieme alle mie amiche, abbiamo inaugurato la rubrica Book&Film Food ho subito pensato a questi favolosi bignè. Ma fra una cosa e l’altra non sono mai riuscita a farli.

In questi giorni, però, mi sono detta che era giunto il momento, che dopo anni e anni avrei finalmente assaggiato la specialità di una delle mie principesse preferite. Solo allora mi sono resa conto che questi bignè – beignets per la precisione – sono come il classico sugo della nonna: ognuno ha la sua versione!

Presa dal panico per l’enorme quantità di ricette tutte diverse fra loro, dopo aver guardato svariati video sulle caffetterie di New Orleans che preparano i tradizionali bignè creoli, mi sono affidata alla versione trovata in questo blog.

Non sono mai stata a New Orleans e non ho mai assaggiato i tradizionali beignets, quindi non posso affermare con certezza che questi siano come quelli che preparano nel quartiere francese, ma posso assolutamente confermare che sono come li sognavo da quando ho visto per la prima volta i bignè di Tiana cosparsi di zucchero a velo: dolci, soffici e irresistibili!

bignè di tiana - bignè creoli
  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    3 ore
  • Cottura:
    3 minuti
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • 400 g Farina 00
  • 245 g Latte
  • 30 g Burro
  • 15 g Zucchero
  • 15 g Zucchero di canna
  • 1 Uovo
  • 10 g Lievito di birra fresco
  • 1 Limone
  • 1/2 cucchiaino Cannella in polvere
  • 1/2 cucchiaino Noce moscata
  • 1 cucchiaino Sale
  • q.b. Zucchero a velo
  • Olio di semi di arachide (o girasole)

Preparazione

  1. Pesiamo il burro e lo zucchero e trasferiamoli nella ciotola che utilizzeremo per impastare.

    In un pentolino facciamo riscaldare il latte, senza però farlo bollire. Quando sarà caldo versiamolo sul burro e lo zucchero e rimescoliamo fino a quando gli ingredienti non si saranno sciolti e amalgamati.

  2. Aspettiamo che il latte si sia intiepidito, quindi aggiungiamo e facciamo sciogliere il lievito di birra. Se il latte sarà ancora bollente, rischiamo di uccidere il lievito, ma non non vogliamo spargimenti di sangue, giusto? 🙂

  3. Sciolto il lievito, aggiungiamo l’uovo e iniziamo ad amalgamare. Io ho utilizzato una planetaria, se non l’avete potete utilizzare delle fruste elettriche a spirale o impastare a mano. Aggiungiamo la cannella, la noce moscata, la scorza di un limone grattugiata.

  4. Mescoliamo il sale nella farina e aggiungiamola a poco a poco all’impasto, sempre lavorando con il gancio a spirale. Quando avremo aggiunto tutta la farina, impastiamo fino a quando non otterremo un composto morbido, ma non appiccicoso. Completiamo l’impasto su un piano di lavoro infarinato.

    come fare i bignè della principessa e il ranocchio
  5. Lasciamo lievitare il panetto in una ciotola oliata con olio di semi fino al raddoppio del volume. Occorreranno circa 2-3 ore. Quindi infariniamo il piano di lavoro e stendiamo l’impasto cercando di mantenere una forma quadrangolare e spessa poco meno di un centimetro. Aiutandoci con una rotella da pizza tagliamo dei quadrati o dei rettangoli e lasciamoli riposare per circa 30 minuti, protetti dalla pellicola trasparente.

    come fare i bignè della principessa e il ranocchio
  6. Facciamo riscaldare in un’ampia padella o in una friggitrice un generoso strato di olio di semi. Io ho utilizzato la friggitrice a 180° di temperatura. Quando l’olio avrà raggiunto la temperatura immergiamo pochi bignè per volta, rigirandoli appena saranno gonfiati e diventati dorati. La cottura è molto veloce, meno di un minuto per lato.

  7. Trasferiamo i bignè su un vassoio foderato di carta assorbente, quindi cospargiamoli di zucchero a velo e serviamoli. Possiamo servirli caldi o freddi, saranno comunque ottimi!

    Ecco finalmente i bignè di Tiana, soffici e super buoni!

    bignè di tiana la principessa e il ranocchio
  8. Il tocco personale della principessa era quello di aggiungere una leggera colata di miele prima dello zucchero a velo. A me sembra un’ottima idea, e a voi? 🙂

Un consiglio in più

Visto che quando preparo ricette così la domanda più frequente che mi fate è “Si possono cuocere in forno?” e io vi voglio bene, ho deciso di provare anche la cottura in forno. Risultato? Lasciate perdere, con queste dosi occorre friggere, non si scampa 😀 !

Passate a trovarmi anche su facebook, pinterest e instagram e non dimenticate di venire a leggere tutte le ricette dedicate ai cartoni animati, alle serie tv, ai film e ai libri cliccando qui! 🙂

Precedente Ricotta e fragole al cioccolato Successivo Buffet freddo - 20 ricette da preparare in anticipo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.