Crea sito

Zucca in saor

zucca in saor

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Zucca in saor

 

Cena con amici.

Splendida serata.

Tra noi… un ragazzo venessian troppo simpatico e… bravissimo in cucina… Sandro.

Ad un certo punto la sua compagna racconta che, a Natale, Sandro ha preparato la zucca in saor riscuotendo grande successo.

Antenne di Martolina in modalità ON: zucca in saor?????

Gli ho dato tempo due giorni per inviarmi la ricetta… e io ho atteso la domenica successiva per gustarle alla presenza di ospiti-cavie.

Uno standing ovation.

La zucca in saor è facilissima, senza grassi, ricca di nutrienti… va beh… chissefrega delle vitamineeeee… è buonissssssssimaaaaaa!!!!

 

Ingredienti:

  400 g. di polpa di zucca pulita dal verde esterno e dai semi (attenzione: la zucca è meglio che sia la zucca marina… detta suca baruca – che Sandro traduce in : verruca… è quella tutta verde e grinzosa…)

     6 cipolle

     50 g. di uvetta (fatta rinvenire in acqua tiepida e poi scolata)

     50 g. di pinoli

     ¾ di bicchiere da tavola di aceto bianco

     olio evo q.b.

     sale e pepe q.b.

     qualche fogliolina di allora e chiodi di garofano se piacciono

 

Preparazione:

Tagliate la zucca a fettine abbastanza spesse, tipo melone, di circa 1 cm. e cuocetele al forno 10-15 minuti. Lasciate raffreddare.

Nel frattempo sbucciate le cipolle, affettatele sottilmente e cuocetele in un tegame con un po’ di acqua e un paio di cucchiai di olio evo; quando saranno morbide e trasparenti, sfumatele con l’aceto e aggiungete l’alloro e i chiodi di garofano, un pizzico di sale e pepe e lasciate cuocere per una ventina di minuti.

A questo punto si procede come le sarde in saor (Sandro dice… o come le soglioline in saor, il radicchio di Treviso ai ferri in saor, gli scampi in saor… dovrò provare tuttoooooo), cioè si prende una terrina di vetro e si fa uno strato di cipolle, si aggiunge qualche uvetta e qualche pinolo e uno strato di zucca, si ricopre con un altro strato di cipolla, uvetta e pinoli… e così via fino al termine della zucca. L’ultimo strato sarà quello di cipolle.

Chiudere il contenitore e lasciare la zucca in saor al fresco (non in frigo!) almeno 24 ore (io l’ho lasciata quasi tre giorni… perfetta!) prima di consumarla perché… “el  saor  più vecio ch’el xe e più bon el xe!”. Sandro docet.

Zucca in saor

4 Risposte a “Zucca in saor”

  1. L’ho mangiata in un ristorantino slow food pochi giorni fa e mi chiedevo come poterla preparare dato che ho una bella zucca che mi aspetta in cucina ed ecco che tu mi dai la ricetta! Bravaaaa!!!!

    1. Elisabetta… è spettacolare mi credi???? Buonissssimaaaaa! Se la prepari poi raccontami! Buona giornata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.