Crea sito

Crema spalmabile alle nocciole

Era da un po’ che volevo fare in casa la crema spalmabile più famosa al mondo e, finalmente, lo scorso fine settimana mi sono messa all’opera! La ricetta è tratta dal sito www.chiarapassion.com e, a differenza di altre ricette che avevo visionato, prevede l’uso del latte condensato, che la rende particolarmente cremosa.


Ti piacciono le mie ricette? Seguimi anche sulla mia pagina facebook https://www.facebook.com/michelavitantoniomanidipastafrolla/ o su Instagram https://www.instagram.com/mani_di_pasta_frolla/?hl=it
  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni2 vasetti da 300 g
  • Metodo di cotturaFornello

Ingredienti

  • 30 gnocciole sgusciate (tostate)
  • 200 gcioccolato pralinato gianduja o al latte (io ho usato cioccolato con nocciole in pezzi)
  • 90 gCioccolato fondente
  • 30 gOlio di semi (ho usato quello di girasole ma potete usare anche olio di nocciole o di cocco)
  • 1 pizzicoSale
  • 400 gLatte condensato

Preparazione

  1. Se usate le nocciole intere, sgusciatele e poi tostatele. Non avevo mai tostato le nocciole ed ho usato un metodo forse un po’ lungo ma, spulciando nel web, è stato quello che mi ha dato più fiducia, dato che usa temperature non troppo alte, quindi il rischio di bruciare le nocciole è  minimo. Fate così: prendete una teglia antiaderente e riscaldatela in forno già caldo a 180°C per 10 minuti. Poi ponete le nocciole all’interno della teglia, senza sovrapporle. A questo punto, abbassate la temperatura a 100 °C e cuocete le nocciole per 20 minuti, girando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno. Poi spegnete il forno e lasciate riposare le nocciole per 10 minuti.

    Una volta tolte dal forno, sfregatele tra le mani per far staccare la pellicina e tritatele finemente nel mixer.

    Procedete tritando il cioccolato (pralinato e fondente) con un coltello.

    A questo punto, sciogliete gli ingredienti a bagnomaria: riempite una pentola di metallo con circa tre dita d’acqua. Posizionatevi sopra una pentola più piccola, e ponete al suo interno il cioccolato, le nocciole, il latte condensato e un pizzico di sale. È importante fare attenzione che il pentolino non tocchi né i bordi né l’acqua della pentola sottostante e che il cioccolato non venga a contatto con l’acqua, altrimenti si formeranno i grumi. Accendete la fiamma a fuoco medio-basso. Quando il cioccolato comincia a fondere, iniziate a mescolare. Una volta che il cioccolato e gli altri ingredienti saranno completamente sciolti, spegnete il fuoco e aggiungete l’olio. Mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo e cremoso.

    La vostra crema alle nocciole è pronta e potete metterla nei barattoli di vetro.

Note

Con le dosi di questa ricetta potete riempire 2 vasetti da 300 g l’uno oppure 1 vasetto grande. Si conserva fino ad un mese in un luogo fresco e asciutto (non in frigo). Avendo usato del cioccolato con pezzi di nocciole, nella crema sono rimasti dei pezzetti, quindi risulta “croccante”. Se la preferite senza pezzetti, usate del semplice cioccolato al latte. Non avendo né conservanti né olio di palma, in inverno, col freddo, la crema alle nocciole tende ad indurirsi (cosa che peraltro avviene anche con l’originale) ma basta spostarla vicino ad una fonte di calore e mescolarla con una spatola per farla tornare morbida. Chi ha assaggiato la mia crema alle nocciole ha detto che è più buona di quella comprata. Beh, sicuramente è più sana, in più c’è la soddisfazione di averla fatta con le proprie mani!

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.