Crea sito

CAROTE, proprietà e benefici

Le carote sono un ortaggio ricco di tante proprietà nutrizionali utili al nostro organismo.

La pianta della carota è un’erbacea biennale della famiglia delle Ombrellifere (Apiaceae). La parte commestibile della carota è la radice. Il colore più diffuso delle radici coltivate è l’arancione, ma ci sono varietà di altre colorazioni, che vanno dal rosso al viola scurissimo.

La pianta della carota viene coltivata non solo per la bontà della radice commestibile, dolce e croccante, ma anche per le eccezionali proprietà nutrizionali. Le carote sono ricchissime di vitamina A e di provitamina A (il betacarotene), utile nella formazione e nel mantenimento della pelle, dei tessuti cartilaginei e delle mucose, protegge la retina e aumenta la capacità di visione in condizioni di scarsa illuminazione, aumenta la resistenza contro le infezioni, è antinfiammatoria, protegge l’apparato cardiovascolare, è un potente antiossidante.

Le carote contengono anche la vitamina C, che favorisce l’assorbimento del ferro, tra le altre cose.

La carota contiene anche una discreta quantità di vitamine del gruppo B, in particolare B1, B2 e B6 e un buon apporto di fibre alimentari. Queste, in particolare, rendono a carota capace di aumentare il senso di sazietà. Inoltre, regola le funzioni intestinali.

Grazie alla presenza elevata di sali minerali (tra cui sodio, potassio, calcio, ferro, fosforo e zinco), la carota è un efficace rimineralizzante e tonificante. Svolge un’azione depurativa e rinfrescante per l’organismo.

Il succo è particolarmente indicato per le donne in gravidanza o in allattamento perché l’insieme degli elementi di cui è ricco sono molto utili al corretto sviluppo del feto.

Come praticamente tutte le verdure, l’ideale è mangiarle crude per assicurarsi la perfetta disponibilità di tutte le loro proprietà.

In cottura, la carota perde alcune delle sue proprietà: in particolare la vitamina C, che con il calore, si distrugge. Il betacarotene, invece, resiste abbastanza bene al calore purché non sia troppo prolungato. Una leggera cottura o lessatura (meglio se a vapore) favorisce, anzi, una migliore metabolizzazione del betacarotene, perché ammorbidisce il tessuto legnoso della carota e consente al nostro apparato digerente un’assimilazione più facile della provitamina A.

L’ideale è la preparazione del succo di carota fresca, anche mescolato al latte, per un miglior assorbimento del betacarotene.

Fonte: https://www.melarossa.it/nutrizione/alimenti/carote/

Se volete, di seguito trovate le mie ricette con le carote:

“GHIOTTA D’OVA” CON PATATE, SEDANO, CAROTE E CIPOLLE

GAMBERI AL CURRY ALLA MANIERA GIAPPONESE

VERDURINE MISTE AL FORNO

 

Pubblicato da lacucina(im)perfetta

Appassionata di cucina, mi piace la cucina tradizionale, ma anche provare ricette alternative. In questo blog voglio condividere le mie ricette del cuore, quelle familiari, e tante altre idee e curiosità. Voglio accompagnarvi tra i fornelli di casa mia senza essere pretenziosa. Sono una persona semplice e voglio utilizzare una impostazione semplice. E' la mia cucina, la mia cucina imperfetta!

Lascia un commento