Crea sito

Amarene sciroppate ricetta antica semplice

Oggi amarene sciroppate .Quest’anno le ho realizzate con una buonissima varietà di ciliegie  che è tipica di Vignola in provincia di Modena: la Moretta.La ricetta tradizionale è semplicissima e ho seguito le indicazioni di mia zia Anna che è marchigiana e non prevede cottura ma solo l’esposizione al sole dei vasi per circa quaranta giorni ed è per questo che nelle Marche le chiamano anche amarene “quarantine“!A casa mia c’erano due grandi alberi di visciole  (come le chiamano nella zona del Montefeltro)e la mamma le faceva tutti gli anni poi durante l’inverno, noi bambini ,ci facevamo anche merenda.Che buone e… quanti ricordi!!

 

amarene sciroppate

Ingredienti:

Amarene

zucchero (stesso peso delle amarene)

Procedimento:

Mettere le amarene e lo zucchero in capienti vasi di vetro sterilizzati alternando uno strato di amarene e uno di zucchero.Chiudere bene e posizionare al sole ,vedrete che subito pochi giorni il succo delle amarene scioglierà lo zucchero .Dovete però scuotere i vasi ogni giorno e in caso di cattivo tempo teneteli al riparo.Sono facilissime e la riuscita è assicurata adatte per accompagnare tutti i tipi di dolci e gelati o anche accompagnate semplicemente con una buona ricotta o yogurt greco e biscotti sbriciolati come dolce di una cena improvvisata!Potete usare anche solo lo sciroppo per una fresca e  dissetante bevanda estiva o abbinato con uno spumantino e ghiaccio per un casalingo e colorato cocktail.

Eccole nel mio giardino al sole!!

amarene scipoppate

Se vi piacciono le mie ricette seguimi…su  Facebook  : Laura in cucina , su Twitter Laura A. e su Pinterest : Laura in cucina

5 Risposte a “Amarene sciroppate ricetta antica semplice”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.