Trucchi per riconoscere la freschezza delle uova

Trucchi per riconoscere la freschezza delle uova con semplici consigli delle nonne le uova non saranno più un mistero! Andando incontro a Pasqua devi assolutamente sapere come riconoscere le uova fresche. Leggi l’articolo con pratici consigli della rubrica “I Rimedi della nonna”.

Trucchi per riconoscere la freschezza delle uova

Trucchi per riconoscere la freschezza delle uova.

Di norma le uova durano intorno ad un mesetto dal momento della deposizione. In realtà con la corretta conservazione, si possono mangiare ben cotte entro 15/20 giorni dalla ipotetica scadenza.

Un errore che fanno in molti è quello di conservare le uova in frigorifero. Non occorre necessariamente, visto che vengono vendute negli scaffali. Una parentesi buffa e curiosa? Qualche anno fa, ho partecipato alle selezioni di Bake Off Italia, Knam, il re del cioccolato, fece una simpatica battuta!

In sintesi disse: “L’uovo esce dal “culetto” della gallina, di certo non è igienico tenere le uova in frigo vicino ad altri cibi, mangeresti qualcosa che è stata a contatto con le uova ora?”

Diciamo che almeno vanno conservate in appositi contenitori chiusi, onde evitare il contatto con altri alimenti.
D’inverno si possono conservare fuori dal frigorifero, e si devono consumare entro 10/15 giorni.
D’estate si conservano fuori dal frigorifero massimo 4/5 giorni, in questo caso eventualmente si possono conservare nel frigorifero, a temperatura di +4°, per massimo 20/30 giorni.

Per saperne di più:

In vendita vi sono vari tipi di vendita di uova a seconda del tipo di allevamento, per la freschezza.
Per allevamento si intende l’allevamento all’aperto, a terra, in gabbia o produzione biologica. Mentre la provenienza,  indica da quale allevamento provengono.
Il primo numero nella etichettatura delle uova è il numero di tipo di allevamento:

  • 0 produzione biologica
  • 1 all’aperto
  • 2 a terra
  • 3 in gabbia

La seconda cifra (ad esempio IT, ovvero Italia) è il numero per indicare la provenienza.
Gli altri 3 numeri, indicano il comune dell’allevamento, gli altri 2 la provincia, ed infine gli ultimi 3 numeri l’llevamento di deposizione.

Detto questo ora passiamo a come riconoscere le uova fresche da quelle meno fresche: i Trucchi per riconoscere la freschezza delle uova.

  1. La prova più blasonata dalle nonne è quella del galleggiamento.
  2. Metti un uovo all’interno di un bicchiere d’acqua con poco sale.
  3. Se l’uovo va a fondo è freschissimo, e puoi consumarlo crudo, facendo attenzione ad evitare piumaggi e residui fecali.
  4. Se l’uovo si solleva dal fondo per poco, puoi utilizzarlo solo per le cotture ovvero frittate (qui le ricette) creme (qui le ricette), dolci (qui le ricette) ecc. 
  5. Se l’uovo galleggia, meglio buttarlo, le proprietà organo-elettriche sono deteriorate e potrebbe diventare nocivo.

E se non hai fatto la prova del galleggiamento?

  1. Può essere noioso e toglie tempo alle preparazioni, non ti preoccupare si può vedere la freschezza dell’uovo dalla compattezza del tuorlo e dell’albume!
  2. Se il tuorlo è a cupola compatto e lucido, è fresco.
  3. L’albume deve essere viscoso ed attaccato al tuorlo, di colore trasparente. Se è inizia a diventare liquido ed il tuorlo è piatto l’uovo va cotto.
  4. Se l’albume è opaco non lo puoi più utilizzare, meglio buttarlo.

L’uovo fa rumore?

Un altro metodo è quello di agitare l’uovo, se non si sentono rumori, vuol dire che l’uovo è fresco. Se si sente rumore l’uovo è diventato troppo liquido, ovvero si sono separati l’albume ed il tuorlo.

Conosci altri Trucchi per riconoscere la freschezza delle uova? Indicali tra i commenti ed aggiornerò l’articolo.

Torna alla Home per vedere le ultime ricette.

Vuoi seguire i mie aggiornamenti da FACEBOOK? Metti il like!!! Clicca QUI per la fan page

Ti aspetto anche nel gruppo facebook, In cucina da Eva & amici foodblogger dove troverai tante ricette di altri amici foodblogger.

Ti aspetto negli altri social: ** TWITTER ** GOOGLE ** YOUTUBE ** PINTEREST**INSTAGRAM **

Vuoi trovare altre ricette interessanti o con ingredienti specifici? Vai nel menù a tendina e cerca la voce che ti interessa, o cerca con la lente d’ingrandimento. Troverai tante ricette dagli antipasti al dolce, per intolleranti al lattosio e al glutine oltre a tanti utili consigli! Che aspetti? Cerca la tua ricetta. E se provi una mia ricetta inviamela la metterò tra le ricette dei fan nella mia fan page!

Precedente Castagnole farcite bigusto Successivo Castagnole al cacao ripiene con crema di fragola

Lascia un commento

*