Pulizia e cottura degli asparagi

Pulizia e cottura degli asparagi per la rubrica “I rimedi della nonna” consigli utili di come utilizzare in cucina gli asparagi, ed altri usi. 

Pulizia e cottura degli asparagi

Pulizia e cottura degli asparagi

Vi siete mai chiesti come si puliscono gli asparagi come si cuociono?

Seguite l’articolo e lo scoprirete!

  • Gli asparagi sono dei fusti verdi, radici ramificate che si dividono in germogli, che sono la parte commestibile.
  • Normalmente viene venduto più lungo di quello che realmente si mangia, per preservare il mantenimento del fusto.
  • Gli asparagi sono molto diuretici, si può bere un decotto di asparagi da utilizzare come tisana drenante, non si deve abusare altrimenti può danneggiare i reni. L’acqua di cottura può essere utilizzata anche per cuocere i risotti minestre o altre preparazione; e non solo utilizzate per innaffiare le piante, che le renderà più forti e brillanti, o per pulire le piante a foglia larga.
  • Ci sono vari tipi di asparagi, i più conosciuti sono quelli verdi, poi quelli bianchi dal sapore più delicato e quelli viola. 
  • Il periodo di raccolta è la primavera da marzo fino a tutto giugno. Raccolti dopo questo periodo sono legnosi e di minor pregio, spesso coltivati in serra. 
  • Si conservano in frigorifero per 3/4 giorni, avvolgendo le radici in uno strofinaccio umido.
  • Se hanno un diametro sottile sono meno pregiati.
  • Esistono anche gli asparagi selvatici più teneri.
  • Oggi invece di preparare una nuova ricetta mi sono divertita a fotografare gli asparagi, e ho preparato un ottimo risottoQUI  troverete tante ricette con gli asparagi.

Come pulirli? Ecco i passaggi fotografici della pulizia e cottura degli asparagi

  1. Per prima cosa togli i gambi duri.
  2. Poi con lo spelucchino o il pelapatate a coltello, togli le puntine laterali al fusto, facendo attenzione a non togliere troppo dell’asparago.
  3. Pareggia tutte le punte, se non riesci, puoi mettere le punte in un bicchiere così da tenerle strette, e mettile in paro.
  4. Se hai i lacci per la cottura puoi legarle i fusti, in modo tale da far rimanere gli asparagi in piedi e le punte fuori dal pentolino. Esiste l’asparagera che serve appositamente per la cottura degli asparagi, la trovate online o nei negozi specializzati. Se non l’avete potete legare gli asparagi e metterli a bollire dentro una casseruola alta e stretta, oppure in una casseruola, togliendo le punte. In questo caso le punte vanno cotte gli ultimi 3/5 minuti dipende dalla grandezza. 
  5. Non vuoi bollirle? Puoi cuocerle a vapore; per asparagi non troppo grandi circa 25/30 minuti, 5/10 minuti in più se i gambi sono più grandi. 
  6. Io li ho cotti al Bimby a Varoma, per 30 minuti, velocità 2. Le punte le ho lasciate da parte per fare un risotto, mentre con i gambi preparerò una frittata, tagliandoli a tocchetti.
  7. Se vuoi cuocere anche le punte a vapore, azionare il Bimby per 25 minuti (o meno se i fusti sono piccoli), e poi unisci le punte nel vassoio in alto del Varoma, e continua la cottura per 5 minuti.
  8. L’acqua di cottura si può utilizzare per fare il risotto, ma ricorda, avrà un sapore molto intenso, perché questo tipo di cottura esalta i sapori, altrimenti lo puoi bere freddo.
  9. Per berlo freddo filtralo e lascialo in frigorifero. Puoi anche unire altri ingredienti come lo zenzero e limone, aiuta a depurare e ad urinare. Ti consiglio di bere molta acqua per non appesantire i reni, e ricorda, quando vai in bagno è normale che l’urina puzza, vuol dire che l’asparago ha attivato i suoi effetti benefici. 

Torna alla Home per vedere le ultime ricette.

Vuoi seguire i mie aggiornamenti da FACEBOOK? Metti il like!!! Clicca QUI per la fan page

Ti aspetto anche nel gruppo facebook, In cucina da Eva & amici foodblogger dove troverai tante ricette di altri amici foodblogger.

Ti aspetto negli altri social: ** TWITTER ** GOOGLE ** YOUTUBE ** PINTEREST**INSTAGRAM **

Vuoi trovare altre ricette interessanti o con ingredienti specifici? Vai nel menù a tendina e cerca la voce che ti interessa, o cerca con la lente d’ingrandimento. Troverai tante ricette dagli antipasti al dolce, per intolleranti al lattosio e al glutine oltre a tanti utili consigli! Che aspetti? Cerca la tua ricetta. E se provi una mia ricetta inviamela la metterò tra le ricette dei fan nella mia fan page!

Be Sociable, Share!
 
Precedente Muffin di carote Successivo Crostata crema limone e ciliegie

Lascia un commento