Crea sito

Risotto alla crema di cavolo viola

Il risotto alla crema di cavolo viola è sicuramente un piatto davvero molto buono, ma anche salutare, dal sapore delicato. L’aspetto cromatico del piatto darà un tocco di elegante al piatto!
Se vi piacciono i risotti un po’ particolari provate anche il risotto alle fragole oppure il risotto birra e speck.
Se vi piacciono le mie ricette seguitemi sulla mia pagina facebook. Oppure potete seguirmi sulla pagina pinterest.

risotto alla crema di cavolo viola
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione25 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni2
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 240 gcavolo viola
  • 180 griso Carnaroli
  • 1 cucchiaiobrodo vegetale (granulare o 1/2 dado vegetale)
  • 100 mlvino bianco
  • q.b.Grana Padano DOP (o parmigiano reggiano)
  • q.b.cipolla bianca

Preparazione del risotto alla crema di cavolo viola

  1. cavolo viola tagliato

    Per prima cosa tagliate il cavolo viola in maniera un po’ fine, lavatelo per bene.

  2. cavolo viola cotto in padella

    Mettetelo in una padella capiente, aggiungete metà bicchiere di acqua per cuocere il cavolo e aggiungete un pizzico di sale. Lasciatelo cuocere per 5 minuti.

  3. cavolo passato al mixer

    Trasportate poi il tutto in un mixer e create una crema.

  4. preparazione brodo e cipolla

    In una padella poi preparate la cipolla, fatela imbiondire con un filo di olio di oliva, e aggiungete 180 grammi di riso carnaroli. Lasciamo dorare il riso per un minuto circa e poi sfumare con il vino bianco.

    In un’altra pentola preparate il brodo vegetale.

  5. Quando il brodo sarà caldo iniziate ad aggiungere dei mestoli di brodo al riso, e continuate così fino a fine cottura del riso. Lasciate cuocere il riso per 15 minuti dal bollore.

  6. risotto alla crema di cavolo viola

    Quando mancano un paio di minuti alla fine della cottura del riso versate la crema di cavolo viola e mescolate il tutto. Spegnete il fuoco e amalgamate il riso con del Parmigiano Reggiano o del grana Padano.

Note aggiuntive

Potete tenere il risotto in frigorifero e conservarlo fino al giorno successivo.

/ 5
Grazie per aver votato!
Avatar

Pubblicato da incucinaconlucy

Ciao a tutti/e! Mi chiamo Lucia e ho 27 anni, sono una studentessa universitaria di Beni culturali. Adoro la cucina, il buon cibo, un abbraccio stretto con la mia famiglia, e una fotografia per immortalare ogni bel ricordo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.