Crea sito

Pizza farina 2 e semola

La pizza con farina 2 e semola è una pizza molto croccante, preparata con farine di tipo diverso. Per preparare 500 grammi di impasto ho utilizzato 200 grammi di farina tipo 2 macinata a pietra, 200 grammi di semola rimacinata di grano duro e 100 grammi di manitoba. La manitoba è ottima per un impasto a lunga lievitazione, per una pizza croccante e digeribile.
La semola rimacinata di grano duro conferirà all’impasto una croccantezza simile agli impasti che si trovano nelle pizzerie. E’ assolutamente da provare! Il risultato a me è piaciuto davvero molto!
Se vi piace la pizza, come del resto a me, potete provare anche l’impasto pizza con farina 2 e manitoba, o con farina tipo 1. In questo caso utilizzo sempre il mio robot Monsieur Cousine Connect.
Se vi piacciono le mie ricette seguitemi sulla mia pagina facebook o su pinterest per non perdere le novità!

pizza farina 2 e semola
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti per preparare la pizza farina 2 e semola

  • 200 gfarina tipo 2
  • 200 gsemola rimacinata di grano duro
  • 100 gfarina Manitoba
  • 200 mlacqua
  • 100 mllatte intero
  • 20 mlolio extravergine d’oliva
  • 11 gsale
  • 1 pizzicozucchero
  • 1 bustinalievito di birra secco

Strumenti

  • Monsieur cuisine connect o plus

Preparazione della pizza farina 2 e semola

  1. liquidi nel Monsieur Cousine

    Per preparare l’impasto per la pizza con farina 2 e semola rimacinata di grano duro per prima cosa versate nel boccale prima i liquidi, quindi i 200 ml di acqua, i 100 ml di latte, i 20 ml di olio extravergine di oliva e gli 11 gr di sale. Chiudete il coperchio e avviate il robot da cucina velocità 4 per 5 secondi.

  2. farine nel boccale

    Aggiungete 200 grammi di farina tipo 2 e setacciatela, poi setacciate anche i 200 grammi di semola rimacinata di grano duro e infine setacciate anche 100 grammi di farina Manitoba. Aggiungete la bustina di lievito secco e un pizzico di zucchero. Chiudete nuovamente il coperchio velocità 5 per 50 secondi.

  3. Per ultimo impostate la funzione “impastare” per 1 minuto. L’impasto dovrebbe staccarsi velocemente dalle lame. Preparate il piano di lavoro ben infarinato e adagiate l’impasto. Lavorate poi l’impasto a mano per un paio di minuti sbattendolo energicamente sul piano di lavoro, in modo che diventi omogeneo e liscio.

  4. Infarinate una ciotola e riponetelo all’interno creando una croce con un coltello sull’impasto. Lasciatelo poi lievitare dalla mattina fino alla sera. Io normalmente lo preparo al mattino verso le 7 o 7 e mezza e lo lascio lievitare fino alle 19 della sera.

  5. pizza farina 2 e semola

    Ho steso poi 4 pizze e le ho cotte nel forno g3 Ferrari per 5 minuti a temperatura 2 1/2. Se invece volete cuocerla nel forno tradizionale infornate a forno preriscaldato statico a 220 gradi per circa 20 minuti.

Note aggiuntive

Se vi avanza l’impasto lo potete mettere in frigorifero coperto da pellicola trasparente e si mantiene fino al giorno successivo.

/ 5
Grazie per aver votato!
Avatar

Pubblicato da incucinaconlucy

Ciao a tutti/e! Mi chiamo Lucia e ho 27 anni, sono una studentessa universitaria di Beni culturali. Adoro la cucina, il buon cibo, un abbraccio stretto con la mia famiglia, e una fotografia per immortalare ogni bel ricordo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.