FRICCHIO’ RICETTA ANCONETANA

Fricchiò ricetta anconetana…..Oggi vi propongo il fricchiò , una ricetta  contadina,  così chiamato ad Ancona, ma che cambia nome a seconda della provenienza:  il Fricantò   nell’Ascolano,  la Ciambotta  a Napoli,  la Caponata in Sicilia, il Ciabotto nell’Abruzzo, in Francia Ratatouille, ma che riassume la semplicità di un piatto preparato con semplici ortaggi , che la terra ci dona. E’ una ricetta che si tramanda dai tempi dei tempi, io seguo la ricetta insegnatami da mia nonna  che fin da bambina mangiavo e preparavo insieme a lei nelle calde giornate d’estate, in piedi sul  piccolo sgabello a  pelar patate e a  guardare ogni passaggio per preparare questo gustoso piatto.

fricchiò

 


fricchiò ricetta anconetana

 

Ingredienti:

  • 1 melanzana
  • 1 cipolla
  • 1 zucchina
  • 1 patata
  • 1 peperone
  • 1 spicchio d’aglio
  • pomodorini
  • basilico 5 – 6 foglioline
  • olio extra vergine d’oliva
  • sale e pepe
  • peperoncino a piacere

Preparazione:

Lavate tutte le verdure,  e tagliatele a pezzi non tanto grandi.

Prendete una pentola, versateci l’olio , la cipolla e tutte le verdure tagliate, anche i pomodorini, vanno bene anche quelli grandi ma che siano ben maturi, aggiungete i basilico, una bella manciata di foglioline spezzettate con le mani , potete aggiungere anche del peperoncino se  gradite questo piatto un po piccante.

Una volta messe tutte le verdure nel tegame,  aggiungete il sale e pepe , coprite con un coperchio e fate cuocere molto lentamente a fiamma bassa, rimestando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno.

Di solito non serve aggiungere acqua, ma se vedete che si asciuga troppo e le verdure ancora non sono cotte, regolatevi assaggiando le patate, aggiungete un goccino d’acqua, ci vorranno 20  – 30 minuti per terminare la cottura.

fricchiò

Servitelo caldo, ma anche freddo è ottimo, e si può mantenere in frigo per diversi giorni.

Ti piacciono le mie ricette? Puoi seguirmi allora sulla mia pagina Facebook Il ricettario delle vergare ti aspetto…..Ivana.

 

38 Risposte a “FRICCHIO’ RICETTA ANCONETANA”

    1. Cambia il nome , e forse anche qualche ingrediente , noi aggiungiamo anche delle patate, ma il risultato è lo stesso.

  1. io sono Siciliana e la conoscevo come caponata. Che bello scoprire i nomi regionali dei piatti che conosci. Buonissima io l’adoro.

  2. Non ti nascondo che non conoscevo questa ricetta anconetana, ma la preparo simile e ti devo dire che la adoro! Bellissima la tua presentazione!

  3. Non conoscevo questa ricetta prima di leggerla sul tuo blog…devo dire che sembra proprio una portata squisita!!!

  4. Buonissimo piatto, io amo le ricette contadine soprattutto quelle tramandate dalle nonne perchè oltre ad essere buone hanno quel pizzico d’amore in più…. Complimenti 🙂

  5. Le ricette con le verdure sono le mie preferite e questa deve essere qualcosa di eccezionale ..ricca e colorata !!! Bravissima è sempre un piacere seguirti Ivana 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.