Crea sito

Panna cotta salata al parmigiano

La panna cotta salata è un antipasto veloce facilissimo da preparare e con un effetto scenografico sorprendente.


Può andare molto bene anche nei buffet finger food, serviti come in questo caso sopra un biscotto salato, oppure in bicchierino accompagnato da un tarallino e decorato con una foglia di basilico.


Per la ricetta, ho preso spunto dal libro di Montersino Piccola pasticceria salata. 
La panna cotta salata viene preparata dal Maestro con il tonno, io invece ho scelto di usare del buon parmigiano reggiano, accompagnandola con gelatina di pomodoro e basilico. E’ possibile personalizzare sia il gusto della panna cotta usando diversi tipi di formagio (per ese. gorgonzola) o cambiando la salsina di accompagnamento (per es. pesto)
Per la preparazione risultano molto utili gli stampi monoporzione di silicone come quello che ho usato con 15 cavità a ciambelline. Ho servito la panna cotta su biscottini di pasta frolla salata integrale, ma se volete velocizzare anche dei cracker andranno benissimo.

Panna cotta salata al parmigiano

Ingredienti per 15 porzioni
250 ml di panna fresca 
125g di parmigiano 
3 gr colla di pesce in fogli
18g acqua
Per la gelatina di pomodoro
100g di passata di pomodoro 
2 g di colla di pesce in fogli
un pizzico di sale
1 cucchiaino di olio evo

per la finitura
biscotti di pasta frolla salata

Mettere ammollo la colla di pesce nell’acqua.
In una pentola versare la panna e il parmigiano. Porre sul fuoco dolce e mescolare di tanto in tanto. Quando il formaggio sarà completamente sciolto aggiungere la colla di pesce e mescolare bene.
Posizionare lo stampo su un vassoio e riempire tutte le cavità con la panna cotta al parmigiano.
Porre in frigo fino a completo addensamento. In alternativa è possibile mettere in congelatore per circa 1 oretta.
Nel frattempo preparare la gelatina di pomodoro, scaldando la passata e aggiungendo la gelatina dapprima ammollata in acqua fredda. Condire la salsa con un pizzico di sale, un cucchiaino di olio extravergine di oliva.
Sformare la panna cotta, poggiarla sul biscotto e decorare con la gelatina di pomodoro e una foglia di basilico.
Buon appetito

 

21 Risposte a “Panna cotta salata al parmigiano”

  1. Ciao Cinzia! Ho preparato un buffet nel quale la tua ricetta ha avuto molto successo! Veramente ottima oltre che bellissimo il bocconcino colorato e invitante: ho avuto complimenti da molti! Mi spiace di non avere una foto da postare ma non ho fatto in tempo a impiattare che è letteralmente sparita! Sarà per la prossima volta! L’unico problema è stato toglierla dagli stampini. Potrebbe essere una soluzione usare quelli in silicone? Grazie !

    1. Ciao Grazia! che felicità sapere che hai fatto bella figura con la mia ricetta!
      si, ti confermo che gli stampini di silicone sono la migliore soluzione, che infatti, ho anche scritto nell’articolo.
      p.s. sono andata a controllare di averlo scritto prima di risponderti 😉
      in ogni caso i complimenti dei commensali ripagano di tutte le fatiche.
      cosa hai preparato, se posso chiederti, di altro nel tuo buffet?
      grazie se mi fai sapere.

  2. Grazie!!! Ho fatto questa panna cotta al parmigiano. Tanto facile nell’esecuzione quanto buona.
    Letti i commenti precendenti ho usato anche io delle formine al silicone ma ho ulteriormente semplificato l’operazione di sformatura mettendo la panna cotta nel freezer per una mezz’oretta. Ho usato per fondo dei biscottini al peperoncino e parmigiano.
    Buon 2018
    Olimpia

  3. Ciao,
    io vorrei farle per il pranzo di Natale, mi chiedo solo la grandezza giusta delle formine, ho trovato su amazon un tipo che potrebbe andar bene ma sono grandezza cioccolatino se non ho capito male, troppo piccole? Riesco a trovarle solo così oppure formato Donuts per intenderci è ancora più grandi. Hai una marca/sito da consigliarmi dove trovare quelle della grandezza giusta?

    Grazie infinite!

  4. Grazie mille, comprerò sicuramente gli stampini che mi hai suggerito, volevo chiederti se come base posso preparare io la frolla salata o se è meglio che compri delle basi già pronte e “testate” e infine un’ultima cosa (scusami!), è un piatto che posso fare la sera prima o va preparato tutto al momento? Grazie davvero!

    1. Ciao. Se fai la parte a quiche, ricetta che di cui ti metto link più sotto, puoi fare tu i biscottini.
      Puoi preparare prima la panna cotta, ma l’assemblaggio meglio una mezz’oretta prima di servire

    1. Io ho usato uno stampo a ciambella con 15 cavità, non ti so dire quanti bicchierini puoi riempire. Tieni conto che ci sono tipologie di peso diverso a seconda del bicchierino scelto.

  5. Ciao Cinzia, questa ricetta della panna cotta salata è da provare assolutamente, la mia paura è soltanto quella che le ciambelline si possano rompere nello sformarle…hai messo qualcosa nello stampo per facilitarne l’uscita? Come le estraggo? Grazie

    1. Ciao, no io non ho messo nulla. Se vuoi stare più tranquilla ti suggerisco un passaggio in congelatore di un oretta circa prima di sformare. 😘

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »