Stinco di maiale al forno

Stinco di maiale al forno, con contorno di patate, un piatto tipico dei luoghi freddi, un classico che si trova nei rifugi in alta montagna, a quanto ho letto documentandomi, è presente in Germania all’Oktoberfest, ottimo servito con le loro speciali birre fresche.
Sempre presente anche in Trentino, in Lombardia e non solo, solitamente cucinato allo spiedo durante le feste di paese, le sagre e le fiere, dove ci si trova spesso davanti all’incertezza tra stinco e panino con salamina, quando camminando al freddo per le sagre, i profumi e il calore del fuoco invitano a mangiare qualcosa di caldo.
Ma oggi invece che allo spiedo lo gustiamo al forno, come da tradizione rigorosamente rosolato in precedenza e condito con soffritto e aromi, non possono mancare un bicchiere di vino rosso e le bacche di ginepro, per ottenere un ottimo risultato, per ottenere invece una carne tenerissima non vi resta che infornare e aspettare qualche ora, perchè la cottura lenta renderà questa carne tenerissima oltre che gustosa.
Lo stinco di maiale è considerato un piatto molto povero, infatti anche il suo prezzo è veramente irrisorio, eppure è un classico delle feste, delle domeniche in famiglia e del Cenone di Capodanno.

Stinco di maiale al forno
  • Preparazione: 30 Minuti
  • Cottura: 3 Ora
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 4 pezzi
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • Stinco di maiale 4
  • cipolla 1
  • carote 2
  • Sedano 1 costa
  • Aglio 2 spicchi
  • Olio extravergine d'oliva
  • Rosmarino
  • Salvia
  • bacche di ginepro
  • Vino rosso 250 ml
  • Sale
  • patate

Preparazione

  1. Prendete un tegame capiente o una padella antiaderente, versate un filo d’olio sul fondo, adagiate gli stinchi e iniziate a rosolarli a fiamma vivace.
    Mentre rosolate gli stinchi, pulite e tritate tutte le verdure, solo dopo che la carne risulterà ben rosolata, aggiungete la cipolla, le carote, il sedano e l’aglio, tutto tritato grossolanamente, mescolate bene e rosolate ancora per qualche istante.
    Tenendo sempre la fiamma vivace aggiungete il vino, infine le spezie sempre tritate, rosmarino, salvia e tre o quattro bacche di ginepro schiacciate e il sale necessario.
    Mettete il coperchio, tenete il tutto coperto e a fiamma bassa per una decina di minuti.

    Prendete una teglia, copritela con carta forno e adagiateci gli stinchi, versate invece le verdure rimaste nel tegame in un mixer o frullatele con un mixer a immersione.
    Spalmate la salsa ottenuta sulla carne, se necessario salate ancora leggermente, infornate a 100° per un’ora circa.
    Coprite con carta argentata e proseguite la cottura per un’altra ora.
    Scoprite la carne, pulite le patate, tagliatele  a spicchi e mettetele nella teglia attorno alla carne, con un filo d’olio, il sale necessario e qualche rametto di rosmarino, infornate di nuovo ma a 180° e cuocete ancora per 40/45 minuti circa.
    A fine cottura la lo stinco risulterà tenerissimo e le patate perfettamente dorate.

    Mi trovate anche su Facebook

  2. Stinco di maiale al forno

Note

Precedente Crepes ai gamberetti Successivo Lenticchie con salsiccia

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.