Impasto per pizza

Preparare l’impasto per pizza a regola d’arte, una cosa semplice ma per tanti complicata, capire quale può essere l’errore non è sempre facile.
A volte basta la ricetta giusta o forse la spiegazione, in modo da capire se poi cambiando anche solo il metodo si ottiene un risultato migliore.
In tanti mi dicono di avere difficoltà in questa preparazione, ma cosa influisce tanto? Sicuramente bisogna saper impastare bene se si fa a mano, l’impasto ha bisogno di essere lavorato in modo energico e non solo di amalgamare gli ingredienti.
Se invece si prepara con una planetaria, be a questo punto basta trovare la ricetta giusto e al resto pensa lei.
Non credo che ci sia la ricetta ideale e quella deve restare, anzi mi piace sempre cambiare metodo, dosi, farina, lievitazione, quello di cui però sono convinta è che la pizza migliore è sempre quella con pochissimo lievito e una lievitazione piuttosto lunga.
Quindi in questa ricetta vi propongo un impasto con un solo grammo di lievito di birra fresco, quindi più digeribile, senza retrogusto di lievito e se amate il cornicione, be preparandola in questo modo sarà perfetto.
Volete gustare la pizza domani a pranzo, allora impastate stasera perchè son previste 14 ore di lievitazione.

ricetta impasto per pizza| Dolce e Salato di Miky

Impasto per pizza

Ingredienti

Per 5/6 persone

600 grammi di farina 00 o farina per pizza
350 millilitri di acqua
50 millilitri di olio extravergine
15 grammi di sale
1 grammo di lievito di birra fresco

Procedimento

Versate il lievito in poca acqua tiepida e fatelo sciogliere.

Versate la farina in una planetaria o in una ciotola, potete lavorarlo sia a mano che non.

Aggiungete il lievito e mescolate, poi aggiungete il sale, l’olio e man mano la restante acqua.

Amalgamate tutti gli ingredienti e lavorate bene l’impasto, con la planetaria vedrete il composto incordarsi, a mano sentirete l’aria fra le dita quando sarà pronto ed elastico.

Fate lievitare per 12 ore.

Stendete l’impasto su due o più teglie, in base alle dimensioni che avete, io ho usato due teglie diametro 32 (consiglio un filo d’olio extravergine sul fondo).

Se volete la pizza con il cornicione stendetela sottile al centro spingendo la pasta verso i bordi oppure stendetela tutta uguale in caso vogliate una pizza classica.

Coprite le pizze con pellicola e fatele lievitare per altre due ore, la seconda lievitazione è importante se si vuole ottenere una pizza dorata e croccante ma soffice dentro.

Potete usare questa base anche per piccole pizzette e  focacce di qualunque tipo.

Qual è il metodo di cottura migliore?
Io preferisco infornare la pizza ad alta temperatura, 220°/250°  nel piano basso del forno in modo da ottenere un fondo dorato e croccante e sempre solo con la salsa di pomodoro, dopo 8/10 minuti circa, quando il fondo sarà dorato, si può sfornare e farcire con tutti gli altri ingredienti scelti e infornare giusto il tempo di sciogliersi la mozzarella.

Se avete solo poche ore a disposizione ma volete preparare questa ricetta, usate 8/10 grammi di lievito di birra fresco, fate lievitare per 2 ore, stendete sulla teglia e fate lievitare ancora per 50/60 minuti, poi infornate come spiegato precedentemente.

Mi trovate anche su Facebook

 

 

Precedente Penne fredde ai frutti di mare Successivo Bavette con crumble di verdure

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.