Come essiccare i pomodori nell’essiccatore

COME ESSICCARE I POMODORI NELL’ESSICCATORE
Tanti diversi modi per essiccare i pomodori e pomodorini di tutti i tipi nell’essiccatore, ciliegini, datterini, San Marzano, ma non solo, nell’essiccatore potrete preparare i pomodori e i pomodorini di qualunque tipo e in tutti i modi.
In questo articolo troverete le risposte a tutte le domande, tempi e gradi, ma anche, con sale o senza, secchi o anche sott’olio.
Ho aspettato un po’ per scrivere questo articolo, quello che è certo sin da subito è che i pomodori necessitano di una temperatura alta, quindi consiglio sempre 70 gradi.
I pomodori secchi sono ottimi tagliati a fette e conservati semplicemente secchi senza aggiunte di sale e aromi, ma anche con sale, aglio e origano se volete utilizzarli come snack, perfetti per un aperitivo.
I datterini e i ciliegini sono perfetti sott’olio, sia tagliati a metà e conditi con aglio e aromi e poi messi sott’olio, sia farciti con capperi e acciughe.
Nell’essiccatore si possono preparare anche i pomodori secchi come quelli che solitamente si preparano al sud, al sole e con il sale, questi poi si conservano nei barattoli semplicemente con sale e alloro o basilico a piacere.
Se invece volete i pomodori in polvere, sarà sufficiente macinare i pomodori con un mixer e potrete utilizzarli in tanti modi.

Pomodori secchi e essiccatore
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Metodo di cotturaAltro
  • CucinaItaliana

Strumenti

  • Essiccatore Aicok

Preparazione

Pomodori secchi (tamata siccada)

  1. pomodori secchi

    Lavate accuratamente i pomodori, tagliateli in due parti lasciando le due parti attaccate al centro.
    Poggiate i pomodori sulle griglie, cospargete il sale fine sui pomodori.
    Mettete i vassoi con i pomodori nell’essiccatore, impostate l’essiccatore a 70° per 24 ore circa.
    Passate le 24 ore ore controllate i pomodori, alcuni potrebbero essere già pronti, altri no, togliete quelli che risultano più secchi e mettete ancora dentro gli altri, potrebbero volerci altre due ore circa, io li ho lasciati 26 ore totali.
    Quando i pomodori secchi saranno pronti, prendete un vaso di vetro capiente e mettete un po’ di sale grosso sul fondo.
    Mettete un po’ di sale grosso anche dentro i pomodori che poi chiuderete.
    Man mano che chiudete i pomodori con un po’ di sale, adagiateli nel vaso alternandoli sempre con qualche manciata di sale grosso e a piacere qualche foglia di alloro o basilico fresco.
    Ultimate il tutto con un po’ di sale in superficie e chiudete il barattolo.

    (3 kg e mezzo di pomodori sono diventati 450 grammi)

Chips di pomodori

  1. chips di pomodori

    Lavate i pomodori San Marzano, privateli della parte iniziale poi tagliateli a fettine e sistemateli nei ripiani dell’essiccatore.
    Prendete una ciotola, versate un cucchiaino di sale, un po’ di aglio in polvere, un po’ di origano e mescolateli fra loro.
    Condite i pomodori con il mix di sale aromatizzato.
    Impostate l’essiccatore a 70° e fateli seccare per 7/8 ore circa se dovete consumarli subito, o 8/10 ore se dovete conservarli nei barattoli, i tempi possono variare in base allo spessore dei pomodori o al tipo di essiccatore, quindi controllate e valutate.
    Se utilizzate un essiccatore a flusso verticale probabilmente dovrete tenerli più controllati e dovrete alternare i ripiani di tanto in tanto, mentre con quello a flusso orizzontale non sarà necessario.
    Le chips di pomodori sono pronte, conservatele in un barattolo di vetro, sempre che ci riusciate a non mangiarle subito.
    IMPORTANTE: Se le chips di pomodori dovrete consumarle subito non avete nessun problema qualunque sia il tempo di essiccazione scelto, se dovrete conservarli, assicuratevi che siano perfettamente secchi, meglio lasciarli un’ora in più se necessario che rischiare di conservarli umidi.

Pomodorini ciliegino secchi

  1. Lavate i pomodorini e tagliateli in due parti lasciandoli attaccati da una parte, praticate dei tagli sulla superficie in modo da farli seccare meglio e più velocemente.
    Poggiate i pomodorini tagliati sui ripiani, impostate l’essiccatore a 70° e fateli seccare per 20/21 ore circa.
    Se utilizzate un essiccatore a flusso verticale controllate spesso i pomodori e invertiti i ripiani, se invece è a flusso orizzontale non sarà necessario.
    Assicuratevi che tutti i pomodorini siano perfettamente secchi, poi conservateli nei barattoli di vetro, o nei sacchetti appositi per il sottovuoto.

Pomodorini datterini secchi e sott’olio

  1. Lavate i pomodorini e tagliateli in due parti lasciandoli attaccati da una parte, praticate dei tagli sulla superficie.

    (4 kg di pomodorini freschi da secchi sono diventati 365 grammi.)

  2. Pomodorini speziati

    Pomodorini speziati: Condite i pomodorini con aglio – prezzemolo – origano e un pizzico di sale.
    Mettete i pomodorini nell’essiccatore a 70° per 20/21 ore circa.
    Potete mangiare i pomodorini come snack o servirli con un filo d’olio extravergine.
    Se volete potete conservarli in un barattolo di vetro al fresco in un luogo asciutto per utilizzarli in un secondo momento.
    Se volete mettere i pomodorini speziati sott’olio: Versate 1 litro di acqua e 500 ml di aceto in una pentola, portatela a ebollizione, quando inizierà a bollire versate i pomodorini e scottateli per 2 minuti circa, scolateli, adagiateli su una tovaglietta per farli asciugare.
    Dopo qualche ora, sistemateli nei barattoli con olio extravergine d’oliva e conservateli in un luogo fresco e asciutto.

  3. Pomodorini ripieni: Mettete i pomodorini nell’essiccatore a 70° per 20/21 ore circa.
    Versate 1 litro di acqua e 500 ml di aceto in una pentola, portatela a ebollizione, quando inizierà a bollire versate i pomodorini e scottateli per 2 minuti circa, scolateli, adagiateli su una tovaglietta per farli asciugare.
    Farcite i pomodorini con capperi e acciughe, chiudeteli, metteteli nei barattoli e ricopriteli con olio extravergine d’oliva.
    Se volete aromatizzare i pomodorini con qualche spicchio d’aglio, vi consiglio di sbollentarlo con i pomodorini e poi potrete metterlo nei vasetti insieme al resto.

Pomodorini confit

  1. pomodorini confit

    POMODORINI CONFIT

    Lavate 500 grammi di pomodorini, potete utilizzare sia ciliegini che datterini.
    Tagliate i pomodorini in due parti, potete separarli o lasciarli attaccati fra loro, poi poggiateli nei ripiani dell’essiccatore.
    Prendete una ciotola, versate un cucchiaio di zucchero, una presa di sale e un cucchiaino di origano, aggiungete un po’ di aglio a piacere, mescolate le polveri e condite i pomodorini.
    Mettete i pomodorini nell’essiccatore a 70° per 7 ore, tirateli fuori, versate un filo d’olio extravergine sui pomodorini e metteteli di nuovo nell’essiccatore per altre 2 ore circa.
    I pomodorini confit sono pronti, potrete gustarli appena promti, ottimi semplici, o su un primo piatto, perfetti anche per crostini, o piatti di carne e piatti di pesce a piacere.
    Se volete invece gustarli sott’olio, ricopriteli interamente di olio extravergine e lasciateli insaporire per almeno 24 ore, ma consumateli entro pochi giorni, non più di una settimana.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!
Precedente Pasta fredda con polpo e pomodorini Successivo Flammkuchen con i finferli

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.