Croccante ai pinoli

Il croccante ai pinoli non l’ho preparato io… perché sapete io ho un conto in sospeso con il caramello… ve lo confesso: per quanto m’impegni non mi viene proprio… Allora questo delizioso e profumatissimo croccante ai pinoli chi l’ha fatto? Mio marito… racconta sempre che da ragazzino al parco giochi raccoglieva i pinoli e se li portava a casa, con pazienza li sgusciava tingendosi tutte le mani di nero e poi li utilizzava per prepararci il croccante, uno snack dolce semplice e goloso da gustare a merenda o a fine pasto. Tre ingredienti, pochi minuti e il vostro croccante ai pinoli sarà pronto!

Croccante ai pinoli Cucina vista mare
  • Preparazione: 10 Minuti
  • Cottura: 20 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 4 persone
  • Costo: Medio

Ingredienti

  • Zucchero 150 g
  • Pinoli 50 g
  • Miele 2 cucchiai
  • Olio di semi di arachide (per ungere il piano) q.b.

Preparazione

  1. Ungere il piano di marmo con un po’ d’olio di semi. In un pentolino versare lo zucchero e il miele, mescolare con un cucchiaio e sciogliere il composto a fuoco moderato lasciandolo caramellare fino a che non avrà non avrà un bel colore ambrato. Poi togliere dal fuoco, aggiungere i pinoli e mescolare velocemente. Trasferire il composto di caramello e pinoli sul piano unto e stenderlo rapidamente, utilizzando una spatola unta o un coltello, in uno strato che abbia lo stesso spessore dei pinoli poi lasciarlo raffreddare per circa dieci minuti. Tagliarlo a pezzetti della grandezza desiderata e lasciarlo indurire ancora un po’ prima di servirlo.

Note

Per ottenere un croccante più duro utilizzate un solo cucchiaio di zucchero.

Al posto dei pinoli potete utilizzare arachidi, mandorle, nocciole, noci o un mix di frutta secca meglio se fatta tostare prima in forno a 180° per qualche minuto.

Se non avete il piano di marmo su cui stendere il croccante potete colarlo all’interno di uno stampo rettangolare a cerniera apribile col fondo rivestito di carta forno e i bordi ben unti con olio. Personalmente però non ho testato questo metodo quindi non posso garantirvi che il croccante si staccherà. Se provate lasciatemi un commento sul risultato ottenuto.

Se l’idea vi è piaciuta seguitemi sulla pagina FACEBOOK lasciando il vostro “mi piace” e per non perdere i miei post attivate le notifiche! Se preferite Cucina vista mare ha la sua pagina anche su GOOGLE+ e su INSTAGRAM trovate la galleria con le mie foto! Vi aspetto con tante idee per la vostra tavola!

Sapete perché il mio blog si chiama Cucina vista mare? Potete leggerlo QUI. Chi prepara le ricette di Cucina vista mare? Ve lo racconto QUI.

Precedente Tortillas alla messicana Successivo Straccetti di tacchino con verdure estive

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.