Crea sito

CARCIOFI FRITTI

CARCIOFI FRITTI
Grandissimo ortaggio, coltivato in molte regioni Italiane la quale detiene il primato mondiale di produzione seguita poi dai paesi dell’area mediterranea tipo Spagna, Egitto ecc. Il suo uso in cucina è variegato, polivalente, lo possiamo cucinare in tanti modi, da solo, con la pasta, per ripieni, sulla pizza e tani e tanti altri modi. Il suo periodo di maggior produzione è autunno/primavera, e quindi eccoci pronti a cucinarlo in tutti i modi di nostra conoscenza. Io oggi propongo i carciofi fritti, un classico della cucina Italiana, un piatto che è molto sfizioso e gustoso. Un valido accorgimento per preparare i carciofi fritti è la scelta dell’olio con il quale friggerli. Oggi giorno ne esistono di buona qualità e sicuramente quello di arachidi è uno dei migliori per ottenere dei carciofi si fritti ma asciutti e gustosi. Vediamo quindi ora come preparare i carciofi fritti.

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo10 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni2 persone
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1limone (e il suo succo)
  • 2Uova (da sbattere )
  • q.b.Farina (per l’infarinatura)
  • q.b.Olio di semi di arachide (per la frittura)
  • q.b.Sale

Strumenti

  • Insalatiera
  • Frusta
  • Tegame
  • Tagliere
  • Carta assorbente

Preparazione

  1. Prepariamo i carciofi togliendo le foglie esterne più dure fino ad arrivare alle foglie di colore giallo verdi più tenere. Tagliamo la parte superiore dei carciofi con le spine e togliamo il gambo, tagliamo poi i carciofi in otto spicchi e li mettiamo immediatamente in una insalatiera con acqua miscelata con il succo di limone facendo così in modo che non si ossidano. Con una frusta sbattiamo le uova con un pizzico di sale, in un contenitore mettiamo la farina setacciata. Poniamo un tegame sul fuoco con l’olio di semi di arachidi e facciamo scaldare. Asciughiamo gli spicchi di carciofo, passiamoli nella farina e quindi nell’uovo prima di immergerli nell’olio. Quando i carciofi sono ben dorati li togliamo dalla pentola e li mettiamo a scolare sulla carta cucina in modo che rilascino tutto l’olio. Impiattiamo e buon appetito.

  2. immergere gli spicchi di carciofo nell’acqua acidulata per evitare l’ossidazione

  3. dopo aver infarinato passarli nell’uovo prima della frittura

  4. Oltre al buon olio occorre porre gli spicchi di carciofo sopra la carta assorbente per far perdere l’olio in eccesso.

Se ti fa piacere puoi trovarmi anche su youtube da dove potrai visionare tutte le video ricette. Naturalmente troverai tutte le mie ricette sulla mia pagina facebook dove potremo scambiare anche le nostre opinioni ed imparare a conoscerci. Mi trovi anche su instagram e twitter.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.