Reginette affumicate ai peperoni

Reginette affumicate ai peperoni. Nonna Ariella sempre con voi per proporvi ricette certamente deliziose però anche economiche e facili da realizzare, non essendo chef stellati restiamo nella semplicità.

Il peperone è una verdura con notevoli proprietà, che si differenziano secondo il colore, che sono salutari al nostro organismo: proteine e vitamine A B1 B2 C, un apporto che non può che farci star bene! La ricetta è per 4 persone.

LEGGI ANCHE >>>>IL PAN DI SPAGNA PERFETTO

Ingredienti

  • 320 grammi di reginette 
  • 400 grammi di falde di peperoni grigliati al naturale
  • 80 grammi di speck a fettine sottili
  • 120 grammi di ciliegine di mozzarella
  • 1 cipollotto
  • 2 rametti di timo
  • olio evo q.b.
  • sale q.b.

LEGGI ANCHE >>>>  OROSCOPO “PRIMO QUARTO IN CAPRICORNO” (DALL’11 AL 17 OTTOBRE)

Preparazione

  1. Tagliare a pezzetti i peperoni, sgocciolati ben bene dal liquido di conservazione, ridurre a tocchetti il cipollotto dopo aver eliminato radichette e la parte verde più dura.
  2. Nel mixer introdurre tutte le verdure con lo speck spezzettato, le foglioline del timo, aggiungere 4-5 cucchiai di olio evo, regolare di sale ed infine frullare per ottenere una crema omogenea.
  3. Cuocere le reginette in abbondante acqua salata, diluire la crema con un mestolo di acqua di cottura della pasta, scolare la pasta e condirla con la crema.
  4. Aggiungere le ciliegine di mozzarella ben asciugate con carta da cucina, le foglioline di timo rimaste.
  5. Servire in tavola questo trionfo di colore, profumo e gusto!

Leggi anche >>> Amministrative 2021, il Partito ‘Rainbow’ conquista 10 consiglieri

Che dirvi? questa ricetta può essere non solo un primo piatto, consideratelo anche un piatto unico se state facendo una dieta, è un piatto fantastico che dà allegria solo a guardarlo, figuratevi quando lo assaporate!

Nelle mia prossimo uscita voglio proporvi un piatto antico, riportarlo alla nostra modernità per non dimenticare le nostre tradizioni, chi siamo e da dove arriviamo!

Non posso che augurarvi un buon pranzo, a presto, la vostra Nonna Ariella