Gnocchi di barbabietola

Gnocchi di barbabietola facilissimi da preparare, senza uova, perfetti da condire in diverse maniere, anche se la mia combo preferita è con il formaggio, poiché secondo me oltre a risaltarne il colore, ne esalta anche il sapore. La barbabietola, o rapa rossa, è molto utilizzata in cucina per via del suo intenso colore violaceo, sia nelle preparazioni salate che in quelle dolci, e io, dopo aver provato a fare le trofie di barbabietola non potevo assolutamente non fare gli gnocchi di barbabietola!

Il risultato è stato pazzesco! Gnocchi morbidi, che non si disfano in. cottura senza aggiunta di uovo o patate, perfetti sia per il pranzo che per la cena.

Scegliete voi di che dimensioni creare i vostri gnocchi, più grandi o più piccini, ma ricordate di aumentare di qualche minuto la cottura per gli gnocchi più grossi, in modo che il calore e l’acqua cuocia al meglio lo gnocco all’interno.

Gnocchi di barbabietola
Gnocchi di barbabietola
  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Porzioni2
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàTutte le stagioni

Ingredienti

100 g barbabietola (già cotta)
200 g farina 00

Strumenti

Passaggi

Per preparare gli gnocchi di barbabietola dovete per prima cosa pulire la barbabietola rossa. Potete sceglierne una cotta al vapore oppure anche quelle cotte al forno.

Potete anche scegliere di cuocerle voi, io le compro sempre già cotte perché sono più facilmente reperibili delle crude.

Raccogliete la barbabietola in un bicchiere dai bordi alti. Frullate con un minipimer o frullatore ad immersione per ottenere una purea liscia ed omogenea.

Trasferite la purea ottenuta in una ciotola, e iniziate ad unire, poca alla volta, la farina. Quando l’impasto comincia a farsi più sodo, trasferite il tutto sul piano di lavoro e iniziate ad impastare a mano, sempre più energicamente per raccogliere tutta la farina.

Quando avrete ottenuto un impasto omogeneo, dividetelo in pezzi, fate rotolare ciascun pezzo sotto le mani per ottenere dei cilindri. Tagliate con un coltello affilato tanti gnocchi della dimensione che più preferite. Io li ho fatti di circa un centimetro.

A questo punto, potete decidere se rigarli o lasciarli lisci.

Passate ciascun gnocco sulla forchetta o sulla rigagnocchi per dargli la classica forma rigata. Procedete allo stesso modo fino a terminare tutti i pezzi di impasto.

Raccogliete gli gnocchi ottenuti su un vassoio leggermente infarinato e conservateli in un luogo fresco ed asciutto fino al momento della cottura.

CONSERVAZIONE

Conservate gli gnocchi di barbabietola crudi in frigo per un massimo di due giorni. volendo potete congelarli, dapprima ben separati e poi raccolti in un sacchetto per alimenti.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.