TEMPERAGGIO DEL CIOCCOLATO

Temperaggio del cioccolato, fondamentale tecnica di base per lavorare il cioccolato, per preparare cioccolatini, rivestimenti per torte e tanto altro ancora. In pratica significa precristalizzare il burro di cacao contenuto in esso, dargli una consistenza più croccante e renderlo lucido. Di base il procedimento è uguale per tutti i tipi di cioccolato: si fanno sciogliere a bagnomaria i pezzetti di cioccolato a una temperatura di circa 50°. Si trasferisce una parte del composto su di un piano liscio, marmo o sintetico, mai legno, si spatola e si fa raffreddare, quindi si rimette nel bagnomaria si mescola, ed è pronto per essere utilizzato. Esistono due tipi di temperaggio, per spatolatura o per innesto, in questo caso vi spiegherò la spatolatura, l’innesto rimane comunque più semplice da fare , ve ne parlerò più avanti.

Scopri la mia recensione sul termometro da cucina Thermopro TP02S

temperaggio del cioccolato
  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni6
  • Metodo di cotturaBagnomaria
  • CucinaItaliana

Ingredienti

temperaggio del cioccolato

200 g cioccolato fondente al 50%
q.b. acqua
185,64 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 185,64 (Kcal)
  • Carboidrati 20,80 (g) di cui Zuccheri 16,29 (g)
  • Proteine 1,66 (g)
  • Grassi 10,64 (g) di cui saturi 6,30 (g)di cui insaturi 3,61 (g)
  • Fibre 2,38 (g)
  • Sodio 8,84 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 34 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Passaggi

temperaggio del cioccolato

Tagliamo a pezzetti il cioccolato fondente

Nel frattempo scaldiamo l’acqua del bagnomaria, portandola a circa 50-60°, il termometro per alimenti ( puoi acquistarlo qui) è praticamente indispensabile per chi vuole temperare il cioccolato. Mettiamo i pezzetti di cioccolato in un pentolino e appoggiamolo sul bagnomaria.

Sciogliamo il cioccolato , mescolando con una spatola. La sua temperatura non dovrà superare i 50°, questo passaggio si chiama fusione. A questo punto togliamo dal bagnomaria e coliamo i 2/3 della massa su di un piano liscio e freddo, marmo o in alternativa silicone

Stendete il cioccolato in uno strato sottile con una spatola, e cominciamo a muoverlo e spatolarlo, in modo da abbassare la temperatura. Continuiamo questa operazione finché non raggiungiamo i 28°. Quindi recuperiamo il cioccolato e lo riuniamo al cioccolato caldo rimasto nel pentolino. Mescoliamo fino ad innalzare la temperatura fino a 31°. Se non la raggiunge basterà rimettere il pentolino sul bagnomaria, fino al raggiungimento del’ esatta temperatura

Quando il cioccolato avrà raggiunto la temperatura indicata sarà pronto per la lavorazione prescelta

Quando il cioccolato è temperato , bisogna lavorarlo rapidamente , se inizia a indurirsi bisognerà ripetere tutto il procedimento. Scegliete un cioccolato che contenga almeno il 30% di burro di cacao, il che vuol dire che è un buon cioccolato, adatto per il temperaggio

  • Link sponsorizzati inseriti nella pagina
  • se vuoi seguirmi su instagram clicca qui
  • se vuoi seguirmi su pinterest clicca qui
  • seguimi su facebook clicca qui
  •  per seguirmi su tiktok clicca qui
  • seguimi su YouTube clicca qui
/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *