TORTELLI DI ERBETTE

I tortelli di erbette sono un primo piatto sontuoso della tradizione emiliana soprattutto di Reggio Emilia, una sfoglia ripiena di bietole, ricotta, parmigiano reggiano e poche spezie per aromatizzare il tutto. I tortelli di erbette, come del resto tutte le paste farcite (tortelli di zucca, cappelletti, tortelli di patate sono alcuni esempi), hanno origine medioevale, in quanto sono nati dall’esigenza di eliminare la carne dal ripieno per rispettare i giorni di magro della vigilia.

Per non perdere le mie ricette seguimi su Facebook.

Tortelli di erbette o ravioli con erbette. A Reggio Emilia chiamati "Turtèe d'erba".
  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione2 Ore
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni4 Persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per la sfoglia

  • 400 gFarina 00
  • 4Uova (Medie)
  • 1 filoOlio extravergine d’oliva
  • 1 pizzicoSale

Per il ripieno

  • 400 gBietole (O spinaci)
  • 400 gRicotta vaccina
  • 100 gParmigiano Reggiano DOP
  • 2 cucchiaiPrezzemolo (Tritato)
  • 1Uovo (Medio)
  • 1/2 spicchioAglio
  • q.b.Noce moscata
  • q.b.Sale
  • q.b.Olio extravergine d’oliva

Strumenti

  • Tegame
  • Ciotola
  • Spianatoia
  • Planetaria

Preparazione

Per il ripieno

  1. I 400 g di bietole (da noi per l’appunto chiamate “erbette”) debbono essere intese già pulite e sbollentate. Per chi lo preferisce si possono sostituire con gli spinaci o fare metà bietole e metà spinaci.

  2. In un tegame far insaporire le bietole con mezzo spicchio di aglio e un filo di olio evo per circa cinque minuti. Spegnere e lasciarle intiepidire.

  3. In una ciotola ammorbidire un poco la ricotta con un cucchiaio di legno. Aggiungere le bietole tritate grossolanamente, una bella spolverata di noce moscata, il Parmigiano Reggiano, circa due cucchiai di prezzemolo tritato, un uovo medio intero.

  4. Iniziare ad amalgamare bene tutti gli ingredienti sino a rendere la farcitura abbastanza compatta, assaggiare e se fosse il caso aggiustare di sale.

  5. Lasciare riposare il ripieno nel frigo coperto da pellicola a contatto, sino al momento di utilizzarlo. Volendo la farcitura dei tortelli di erbette si può fare anche il giorno prima.

Per la pasta sfoglia

  1. Nella ciotola della planetaria inserire la farina, le uova, un pizzico di sale e un filo d’olio evo. Impastare sino al momento in cui s’incorda al gancio.

  2. Se l’impasto diventa troppo duro aggiungere un goccino d’acqua. Passarlo sulla spianatoia e impastare un poco a mano per renderlo bello liscio. Lasciarlo riposare sotto a un canovaccio bianco umido.

Come fare i tortelli di erbette

  1. Inserire il ripieno all’interno di una sac à poche monouso. A questo punto iniziare a tirare la sfoglia abbastanza sottile con l’apposita macchina.

  2. Spremere una noce di ripieno al centro della striscia di pasta, come si vede nella foto sottostante e per il procedimento più dettagliato di come creare i tortelli vi rimando alla mia ricetta cliccando qui.

  3. Ripiegare la sfoglia creando i tortelli facendo uscire l’aria. Ritagliare con l’apposita rotellina la pasta in eccesso. Continuare in questo modo sino all’esaurimento di tutti gli ingredienti.

  4. I tortelli di erbette sono pronti per essere cotti in abbondante acqua salata e conditi con ragù di carne, salsa di pomodoro, semplicemente con burro e salvia o come più ci piacciono.

  5. Servire i tortelli di erbette belli caldi accompagnati con un Trebbiano secco delle colline reggiane.

    BUONA DEGUSTAZIONE!!!

Consigli e Curiosità

I tortelli di erbette si possono conservare nel freezer sopra a un vassoio e separati, da uno strato all’altro con della carta forno spolverata di farina. Una curiosità sui tortelli: nel diciottesimo secolo l’abate Gaspare Bandini di Piacenza dedicò un poema di 124 versi in 41 terzine con le rime incatenate ai tortelli di erbette.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Sandra Bigarelli

Salve a tutti, sono un'appassionata di cucina e in special modo di dolci. Generalmente sono tradizionalista legata alla nostra cucina italiana, ma al tempo stesso non disdegno sperimentare con nuovi ingredienti dedicandomi a paesi orientali e non solo, dove usano spezie dal profumo particolare e dai colori sgargianti. Ho deciso di aprire un blog per avere sempre a portata di mano un mio personale diario riguardante alle ricette o notizie sulla nutrizione e salute, naturalmente parlando ed esponendo d'appassionata e non da addetta ai lavori. Spero che il mio diario vi piaccia e magari lasciate un commento con cui dialogare sugli articoli esposti... ;-) La mia ricetta preferita? La semplicità degli ingredienti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.