Salsa guacamole

La salsa guacamole è tra le mie salse preferite: cremosa e dal sapore fresco e deciso dato sia dal peperoncino sia dalla cipolla. Accompagnata con delle tortilla chips poi è perfetta.

Le radici di questa salsa affondano in Messico già ai tempi degli Aztechi. L’etimologia del nome risale alla lingua nahuatl, degli Aztechi appunto, ed è ahuacatl, l’avocado, e molli, salsa.

La ricetta originale prevede, tra gli ingredienti, l’avocado, succo di lime, peperoncino, cipolla e coriandolo. In quella che vi propongo qui non non ho utilizzato il coriandolo perché non incontra esattamente il mio gusto, ma se incontra il vostro, potete utilizzarlo. Ho inoltre preferito lo scalogno alla cipolla perché dal sapore un pochino più delicato.

Vediamo quindi come preparare la salsa guacamole.

salsa guacamole
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaSenza cottura
  • CucinaMessicana

Ingredienti

È importante che l’avocado sia maturo, perché molto più cremoso. Per capire se l’avocado ha raggiunto la maturazione giusta, vi basterà premere appena la buccia: se il dito affonda leggermente significa che è morbido e pronto; se invece risulta duro, dovrete aspettare ancora un po’ (metterlo tra le mele potrebbe aiutare).

Ingredienti

1 avocado
2 pomodorini ciliegino (o 4 pomodorini datterini)
1 cucchiaio scalogno (circa mezzo scalogno)
Mezzo limone (o 1 lime)
Mezzo cucchiaino peperoncino in polvere (o mezzo peperoncino jalapeño fresco)
1 pizzico sale fino

Strumenti

Strumenti

1 Coltello
1 Forchetta
Ciotola

Passaggi

Procedimento

In primis tagliamo finemente lo scalogno e versiamolo in un bicchiere o una ciotola con dell’acqua. In questo modo sarà più digeribile.

Non vi piace il sapore dello scalogno o della cipolla in generale? Omettetelo senza problemi.

Ora dedichiamoci all’avocado: tagliamolo a metà in senso verticale e ruotiamo le due metà in sensi opposti. Una volta aperto, se è molto maturo, è possibile eliminare il nocciolo con un cucchiaio. Oppure diamo un colpo secco con un coltello sul nocciolo e, una volta infilzato, lo ruotiamo ed estraiamo.

Con un cucchiaio scaviamo via la polpa di entrambe le metà e versiamola in una ciotola.

Con una forchetta cominciamo a schiacciare la polpa dell’avocado, fino ad ottenere una consistenza cremosa.

Tagliamo a metà un limone e spremiamolo o con uno spremiagrumi o manualmente nella ciotola ma mettendo un colino sotto, per evitare che cadano i semi sull’avocado.

Laviamo e asciughiamo i pomodorini. Su un tagliere, li dividiamo prima a metà in senso verticale, ancora a metà e poi a piccoli pezzetti in senso orizzontale. Uniamo quindi alla salsa.

Se avete un peperoncino jalapeño fresco potete utilizzarne metà, oppure mezzo cucchiaino di peperoncino in polvere o a seconda della vostra tolleranza al piccante. Versiamo nella ciotola.

Scoliamo e asciughiamo un po’ con della carta assorbente lo scalogno messo a bagno e lo aggiungiamo alla salsa, insieme ad un pizzico di sale.

Mescoliamo bene con la forchetta per 1-2 minuti, finché non noterete che gli ingredienti sono ben amalgamanti e la consistenza è bel cremosa ed omogenea.

Potete servirla in una cocotte accompagnata con delle tortilla chips o all’interno di wrap, nachos o su dei toast.

Salsa Guacamole

Consigli utili

Questa salsa guacamole si conserva in frigorifero per 2-3 giorni in un contenitore ermetico.

Segui il blog anche sui social:

In questa ricetta sono presenti link affiliati.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!