Cannoli con crema diplomatica all’arancia e cioccolato

Tra i miei dolci preferiti, oltre ai baci di dama, ci sono sicuramente i cannoli con crema diplomatica all’arancia e cioccolato. L’arancia ed il cioccolato fondente si abbiano a meraviglia e non potevo non proporverli in un cannolo fragrante e riempito a dovere. Sì, a me i cannoli piace farli belli carichi, che quando il mordi la bocca è avvolta dalla morbidezza della crema e dalla croccantezza della sfoglia e del cioccolato.

Io sono una grande amante della sfoglia, infatti ai compleanni nel vassoio dei dolci non possono mai mancare i cannoli alla crema, ma soprattutto la torta millefoglie.

La scelta di riempire i cannoli con una crema diplomatica nasce dall’intenzione di utilizzare una crema dalla consistenza leggera, che quasi rinfreschi e pulisca la bocca, al contrario della classica crema pasticcera. La crema diplomatica forse l’avrete sentita poco nominare, perché molto spesso viene confusa con la crema chantilly. Infatti la prima è l’unione di due preparazioni, crema pasticcera e panna montata a neve, la seconda è semplicemente della panna montata con zucchero e vaniglia.

Quindi, senza ulteriori indugi, vediamo come preparare questi buonissimi cannoli con crema diplomatica all’arancia e cioccolato.

  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni16
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Ingredienti

1 rotolo pasta sfoglia (rettangolare – otterretemo circa 16 cannoli)
150 g cioccolato fondente al 70%
150 g latte di soia
2 arance (useremo la scorza di entrambe e il succo di mezza arancia)
20 g olio di semi
40 g zucchero
20 g amido di mais (maizena)
1 pizzico curcuma in polvere (per colorare la crema)
200 g panna da montare (vegetale)

Strumenti

Strumenti

1 Mattarello
Carta forno
1 Pentola
1 Spatola
Frusta a mano
Sbattitore
oppure1 Planetaria
Pellicola per alimenti

Passaggi

Procedimento

Prendiamo la nostra pasta sfoglia, la srotoliamo e con un mattarello la stendiamo un po’ per eliminare le pieghe e renderla omogenea.

Con un coltello da chef o anche con una rotella da pizza la dividiamo in strisce da 2cm di larghezza. Dovreste ottenerne circa 16.

Prepariamo gli stampi per cannoli: imbeviamo leggermente un panno di carta assorbente con dell’olio di semi e passiamolo su ciascun cilindro. Ungendoli, sarà poi più facile sfilarli una volta cotti.

Dopodiché arrotoliamo una striscia per ogni cilindro, su quasi tutta lunghezza, senza lasciare spazi tra un passaggio e l’altro.

Preriscaldiamo il forno a 200° in modalità ventilata.

Foderiamo la placca da forno con della carta o un tappetino in silicone, se lo avete. Adagiamo in fila e distanziati i nostri cannoli. Spennelliamo ciascuno con del latte di soia e su ognuno aggiungiamo un pizzico di zucchero semolato.

Quando il forno avrà raggiunto la temperatura, inforniamo per circa 10-15 minuti, o comunque fino a doratura.

Una volta pronti, li lasciamo raffreddare e li sfiliamo dallo stampo.

Ora possiamo dedicarci alla crema diplomatica all’arancia.

Partiamo dalla crema pasticcera all’arancia (se non trovate arance biologiche, potete realizzarla con dei limoni).

In una pentola versiamo il latte di soia (o altro latte vegetale non zuccherato, dal sapore delicato, es. mandorla) e l’olio di semi. Mescoliamo bene con una frusta. L’aggiunta dell’olio di semi è la parte grassa utile a fissare meglio gli aromi nella crema.

Grattugiamo in pentola la scorza di due arance. Ne tagliamo poi una in due metà e spremiamo il succo solo di una e la versiamo col resto dei liquidi.

Terminiamo con zucchero, amido di mais setacciato e un pizzico di curcuma in polvere e mescoliamo nuovamente.

Montiamo poi anche la panna con uno sbattitore elettrico con delle fruste o in planetaria e la lasciamo rassodare bene in frigo.

Mettiamo sul fuoco e cuociamo a fiamma media, finché non raggiungerà il bollore e comincerà ad addensarsi. La versiamo poi in una ciotola, copriamo con pellicola a contatto e lasciamo raffreddare in frigo per almeno una mezzora.

Montiamo poi anche la panna con uno sbattitore elettrico con delle fruste o in planetaria e la lasciamo rassodare bene in frigo insieme alla crema.

Nel frattempo possiamo dedicarci alla copertura di cioccolato dei cannoli.

Adagiamo la griglia del forno sulla placca. In questo modo, quando vi posizioneremo i cannoli, il cioccolato in eccesso potrà colare lì sotto. Nel caso, invece, possediate una gratella per dolci, potrete posizionare un piatto sotto.

Sciogliamo a bagnomaria il cioccolato.

Quindi, ad uno ad uno immergiamo metà del cannolo del cioccolato. Lo facciamo colare un po’ e lo posizioniamo sulla griglia da forno o gratella.

Con il cioccolato avanzato, poi possiamo divertirci a creare un effetto Pollock sui cannoli. Basterà immergere una spatola nel cioccolato, come se fosse un pennello. Facciamo poi colare velocemente il cioccolato sui cannoli, creando delle righe casuali.

Lasciamo solidificare il cioccolato in frigo per una decina di minuti.

Intanto assembliamo la crema diplomatica. Mescoliamo un po’ la crema pasticcera con una spatola, per ridarle la consistenza cremosa e fluida. Uniamo quindi la panna montata alla crema e amalgamiamo con una spatola con movimenti delicati dal basso verso l’alto, per evitare che si smonti la panna.

Siamo pronti per riempire i cannoli.

Versiamo la crema nella sac à poche. Non servono beccucci particolari: se lo avete potete utilizzare quello liscio, altrimenti senza beccuccio. Tagliamo la punta della sac à poche, se è monouso o nuova, la inseriamo all’interno del cannolo e lo riempiamo completamente. Vi consiglio di inserirla dall’estremità senza cioccolato.

Ripetiamo lo stesso procedimento con gli altri.

Decoriamo infine setacciando dello zucchero a velo sui cannoli.

cannoli con crema diplomatica all'arancia e cioccolato
cannoli con crema diplomatica all'arancia e cioccolato

Consigli utili

Questi cannoli si conservano in frigorifero per una settimana.

Come vi ho già scritto nei passaggi, se non trovate le arance o semplicemente non vi piacciono, potete in alternativa realizzare una crema diplomatica al limone, utilizzando comunque la scorza di due limoni e il succo di metà limone. Mi raccomando, in ogni caso, arance e limoni devono essere biologici e non trattati, dato che ne utilizzeremo la scorza.

Segui il blog anche sui social:

In questa ricetta sono presenti link affiliati.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!