Canederli agli spinaci – ricetta tipica

Canederli agli spinaci. Noi siamo assidui frequentatori della Val Pusteria, i miei genitori possiedono una roulotte e in campeggio, a Dobbiaco, ci passano tutta l’estate. Io non sono amante della montagna ma lo sono i miei figli che, naturalmente, approfittano dell’ospitalità dei nonni da quando sono nati… e così, uno o due giorni all’anno a Dobbiaco ci arrivo anche io… La cucina sud tirolese mi piace molto, in particolare io amo i canederli, un piatto in fondo molto semplice, che mi ha conquistata. Possono essere preparati in vari modi: con lo speck, con la carne, con i funghi… a mia figlia piacciono particolarmente i canederli agli spinaci. Alla reception del campeggio, qualche anno fa mi hanno dato in omaggio un libriccino di ricette altoatesine e così ho potuto imparare a prepararli in casa.

Ingredienti:
350 gr di pane raffermo
1/4 di litro di latte tiepido
800 gr di spinaci
30 gr di burro
1 spicchio d’aglio piccolo
1 cipolla
2 uova
sale, pepe, noce moscata q.b.
1 cucchiaio da tavola di farina bianca
2 cucchiai da tavola di pane grattugiato
burro e grana per il condimento

Preparazione:

Tagliare il pane a dadini piccoli e bagnarlo con il latte intiepidito. Lavare gli spinaci (si trovano anche già pronti all’uso) e farli bollire in acqua salata oppure, come faccio io, cuocerli in pentola a pressione per 3-4 minuti dal sibilo. Scolarli, strizzarli e sminuzzarli. In una padella fondere il burro ed unirvi la cipolla e  l’aglio tritati, poi gli spinaci e far insaporire per 5 minuti. Quando saranno raffreddati aggiungerli al pane, unire le uova, sale, pepe e noce moscata, lavorare bene per amalgamare il tutto (io lo faccio con le mani) poi aggiungere la farina e il pane grattugiato e lavorare ancora fino ad avere un impasto omogeneo. Attenzione: l’impasto risulterà morbido e un po’ appiccicoso. Procedere ora alla formazione dei canederli: io non li faccio molto grandi e come dosatore utilizzo un cucchiaio da tavola: prelevare la pasta e con le mani dare la forma di una palla.

Con queste dosi, solitamente, ottengo circa 25 canederli agli spinaci. Tuffateli in acqua bollente salata e, da quando saliranno in superficie, lasciate cuocere per circa 7-8 minuti; prelevateli delicatamente con un mestolo forato, impiattate e servite caldi conditi con burro fuso e grana grattugiato.

Suggerimenti: Se l’impasto vi si appiccica troppo alle mani potete passarle prima nel pane grattugiato, far cadere quello in eccesso, e poi procedere alla lavorazione. Se non li mangiate tutti potete benissimo conservare i vostri canederli agli spinaci in freezer.

 

 

6 Risposte a “Canederli agli spinaci – ricetta tipica”

  1. Pur essendo di Merano non avevo questa ricetta.
    Rispecchia in maniera perfetta i canederli tipici della nostra terra.
    Risultato ottimo, ho ricevuto i complimenti da mio marito e dalla mia bimba.

  2. Ciao! Sono arrivata qui cercando su internet questa ricetta. L’ha fatto oggi e non sono affatto pentita di aver scelto la tua fra tutte: è buonissima e mi ha ricordato tantissimo i canederli che mangio in Val di Fassa. Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.