Crea sito

Sarde impanate fritte

Le sarde impanate fritte sono un ottimo antipasto ma anche un validissimo secondo piatto gustoso e davvero facile da fare, pochissimi e semplici ingredienti faranno di questo piatto la gioia di tutti a tavola, seguite le mie indicazioni per avere una frittura davvero croccante e gustosa senza unto. Vi lascio la mia PAGINA FACEBOOK se volete essere aggiornati ogni giorno con la mia ricetta nuova basta lasciare un mi piace. Su INSTAGRAM o anche su PINTEREST trovate tutte le mie ricette

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoBasso
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1 kgSardine
  • 2Uova
  • q.b.Farina
  • 100 gSemolino
  • q.b.Sale

Preparazione

  1. Per preparare le sarde impanate fritte per prima cosa pulite bene le sarde aprendole a libro e togliendo la lisca centrale, le viscere e vedrete che la testa viene via da sola insieme alla lisca centrale. Se come me siete pigri potete comprarle già aperte a libro e pulite dal vostro pescivendolo quindi lavatele sotto l’acqua corrente fredda e asciugatele molto bene con carta cucina.

  2. Sbattete le uova in un piatto fondo e sistemate la farina in un altro piatto. Mescolate il pangrattato e il semolino e inseritelo in un terzo piatto fondo. Potete usare il pangrattato aromatizzato oppure un normalissimo pangrattato acquistato ma in questo caso potete aggiungere del prezzemolo tritato fresco alle uova sbattute.

  3. A questo punto passate velocemente le sarde nella farina, scuotendo quella in eccesso, passatele nell’uovo sbattuto e subito dopo nel pangrattato facendo una leggera pressione per far aderire molto bene.

  4. Se volete una panatura croccante e bella grossa potete passare una seconda volta le sarde impanate fritte nell’uovo sbattuto e nel pangrattato. Lasciate riposare le sarde su un tagliere di legno per almeno 20 minuti per evitare che il pangrattato si stacchi in frittura.

  5. Ora potete friggere le sarde, scaldate l’olio per friggere ( meglio se di arachidi) a 160°, io vi consiglio di usare un termometro di cucina che costa pochi euro e vi agevola molto in cucina onde evitare che l’olio bruci emanando fumo tossico per il cibo.

  6. Friggete dunque poche sarde per volta fino che saranno dorate da una parte, giratele e friggetele dall’altra parte, scolatele su carta assorbente per fritti e salatele pochi istanti dopo.

  7. Le nostre sarde impanate fritte sono pronte, potete servirle con delle fettine di limone cosi a chi piace può irrorarle e… BUON APPETITO

Note

Le sarde impanate fritte si conservano in frigorifero per 2 giorni chiuse in un contenitore ermetico, prima di mangiarle passatele qualche istante in forno caldo per dare ancora croccantezza. Potete congelare le sarde impanate fritte se avete usato prodotti freschi. QUI e anche QUI altre FRITTURE. Se volete vedere altre ricette TORNA IN HOME 

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Non solo le torte di Anna

Io amo cucinare, condividere con tutti i miei esperimenti in cucina, cucino sopratutto per la mia famiglia stando attenta a cose genuine, senza conservanti, mi piace la cucina semplice, quella regionale di solito rivisitata con prodotti di stagione, spero piaccia anche a voi quello che cucino !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.