Farsò di S. Giuseppe

I farsò di S. Giuseppe non sono che frittelle dolci di riso che si usa preparare da noi, a Piacenza e dintorni, per la festa del papà ovvero giorno di S. Giuseppe. I farsò  di S. Giuseppe sono tipici della nostra bellissima val Trebbia, chiaramente farsò è il termine dialettale di questo dolce da tradizione che sembra legarsi all’usanza celtica di accendere un grande falò a fine giornata a significare la fine dell’inverno ed inizio primavera. Ma andiamo alla ricetta dei farsò di S. Giuseppe. Lo so che per questa festa ci sono tante altre belle cose invitanti da preparare, io ho preferito una cosa semplice che parli della vita di tutti i giorni, che ci porta al valore originale delle piccole cose.

 

Farsò di S. Giuseppe
Farsò di S. Giuseppe

 Farsò di S.Giuseppe

INGREDIENTI

  • 100 grammi di riso
  • 1/2 litro. di latte,
  • 3 uova
  • 50 grammi di farina 00
  • zucchero semolato, circa 3 cucchiai
  • zucchero a velo, q.b
  • 1 limone
  • cannella
  • alchermes
  • rum
  • olio per frittura

PROCEDIMENTO

In una casseruola bassa e a fuoco lento cuocere il riso nel latte, mescolando continuamente fino a completo assorbimento,  aggiungere un pizzico di sale

 Togliere dal fuoco e lasciare raffreddare, aggiungere le uova, lo zucchero semolato, la farina, la cannella, la buccia grattugiata del limone , l’alchermes e il rum, e mescolare bene

Lasciare a riposo per un’ ora.

In una padella fare bollire l’olio,  friggere il composto a cucchiaiate.

Quando le frittelle saranno ben dorate, toglietele dalla padella, scolarle  e stenderle su carta assorbente da cucina.

Devono essere croccanti fuori e morbide all’ interno, fare raffreddare e cospargere con zucchero a velo

Precedente Frittelle di topinambur senza formaggio Successivo Scarola con cannellini e capperi

Lascia un commento