• muffin e dolcetti
  • Muffin ai frutti rossi

    Muffin ai frutti rossi

    E già un po’ che mi dico: voglio fare dei muffin ai frutti rossi, ai lamponi, ai mirtilli, alle more. ma di fatto non ho mai frutti di bosco freschi in casa. il problema è che sono molto deperibili e dopo un giorno che li hai in casa cominciano a diventare mollicci, fare la muffetta, diventare cattivi insomma.
    dovresti da buona casalinga comprarli e utilizzarli subito. cosa che io non sono, una perfetta casalinga intendo…sono piuttosto “desperate housewife” ultimamente…
    quindi ogni volta mi ritrovo a fare i muffin con i frutti essiccati. che vi dirò….la prima volta che ho provato ero scettica, ma invece nell’impasto e con la cottura si reidratano e diventano morbidissimi!!! ho provato sia con le prugne (muffin con farina di kamut, ricotta e prugne) sia con le albicocche (muffin con farina di kamut e albicocche) sia con i mirtilli rossi essiccati (muffin ai mirtilli rossi – cranberries) e in tutti i casi il risultato è stato ottimo.
    questa volta avevo un mix di frutti rossi che includeva mirtilli, golden berries e bacche goji che non avevo mai provato!!!

  • muffin e dolcetti
  • Bolos (o quasi) – dolcetti brasiliani

    Bolos - dolcetti brasiliani

    I bolos sono dolcetti brasiliani a base di latte condensato, non potevo farmeli sfuggire.
    ho voluto troppo provarli perchè adoro il latte condensato, ovviamente al naturale è leggermente immangiabile perchè è dolcissimo, ma è un ottimo sostituto dello zucchero, infatti ogni volta che lo si usa non bisogna aggiungere altro tipo di dolcificante nel dolce che si prepara. oltre a questo dona una cremosità unica ai dolci che lo prevedono come ingrediente.
    questa non è proprio la ricetta vera dei bolos brasiliani (anche se mi chiedo: qual’è la vera ricetta? ho cercato un po’ su internet e ne ho trovate centinaia e centinaia) alcune prevedevano l’uso dell’amido di frumento, altre addirittura sono senza farina.
    quindi ho provato a farne una mia versione, per questo il titolo “bolos (o quasi)” perchè non sono proprio quella che si può chiamare una versione classica ma comunque credo che lo spirito brasiliano ci sia tutto, il sapore del latte condensato e la cremosità si può percepire. il più grosso cambiamento che ho apportato è stato sicuramente inserire il cocco rapè nell’impasto, il secondo aggiungere le mandorle in superficie (anche se poi ne ho lasciati alcuni al naturale).