Qualcosa su di me…

 

La mia passione per i risotti nasce quai per caso. Non sono mai stato particolarmente dotato per la cucina, ma mi è sempre piaciuto assaggiare piatti nuovi, sperimentare sapori diversi, conoscere la materia prima.

I risotti sono arrivati solo in un secondo momento: come capita spesso, lo stimolo per intraprendere questa strada lo ha dato l’amore. Cucinare risotti per me non è soltanto un’azione meccanica, una sequenza di azioni necessarie alla buona riuscita del piatto. Quando immagino una ricetta non sono solamente gli ingredienti a guidarmi, ma anche i colori, l’estetica, il bello. Tutto deve combaciare in un unico prodotto fatto di profumi, sapori ed emozioni.

Io non cucino risotti, li creo. Ma solo al giovedì sera.
Successivo Risotto ai frutti di bosco su fonduta di taleggio e pepe rosa