Crea sito

Capperi sotto sale

Insalata di rinforzo vegan.

La tradizione napoletana vuole l’insalata di rinforzo come piatto immancabile durante il cenone della vigilia di Natale.
Non c’è tavola campana, imbandita a festa, che la escluda dalle portate.
Come tutte le ricette della tradizione ogni famiglia ha la sua , che è la migliore e la più buona di tutte, quella che si tramanda di generazione in generazione.
Non sono campana ma adoro il cavolfiore e sono amante dei sapori intensi: così ho deciso di rivisitare la tradizione seguendo quelli che sono i gusti a me più affini.
…non me ne vogliate.
Nelle cucine napoletane l’insalata di rinforzo viene preparata rigorosamente con le “papacelle”, peperoni rossi e tondi, a cui vanno aggiunte cimette di cavolfiore lessate, olive nere di Gaeta, olive verdi, capperi sotto sale, sottaceti misti, acciughe e il tutto è condito con olio extra vergine di oliva, sale e aceto.
Insomma il sapore a quest’insalata, nata forse per rinforzare una cena della vigilia di magro, certo non manca.
Come vi ho detto la mia ricetta non segue proprio alla lettera la tradizione dal momento ho omesso le acciughe e i sottaceti misti li ho serviti a parte in modo che posano essere scelti in base ai gusti di ciascun commensale.
…ma vi assicuro che l’esplosione di sapori intensi è rimasta inalterata per il palato.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
1 cavolfiore grande (800 gr./1 kg.)
150 gr. di peperoni in agrodolce
150 gr. di olive nere
30/40 gr. di capperi sotto sale
olio extra vergine di oliva q.b.
sale q.b.
aceto q.b.
sottaceti misti (cipolline e cetriolini) per accompagnare

Insalata di rinforzo vegan

(altro…)

Orecchiette di grano arso con cime di rapa e pomodori secchi.

La farina di grano arso nasce da quei chicchi che, caduti a terra dopo la mietitura e la bruciatura delle stoppie, nella lontana tradizione contadina pugliese venivano raccolti per essere macinati nei mulini a pietra o nei mortai a mano.
Oggi la sua preparazione è meno bucolica e poetica perchè viene preparata grazie a una tostatura controllata ma il suo sentore affumicato e le note tostate, che conferiscono a questo prodotto una sua identità ben precisa, non si vanno a perdere nelle necessarie miscelazioni con altre farine.
Tradizione pugliese che ho deciso di celebrare con orecchiette fatte in casa condite con cime di rapa freschissime e la nota spinta dei pomodorini secchi piccanti.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
150 gr. di farina di grano arso
225 gr. di semola di grano duro
190 gr. di acqua tiepida
500/600 gr. di cime di rapa
20 pomodori secchi piccanti
2 spicchi di aglio
1 cucchiaio di capperi sotto sale
olio extra vergine di oliva q.b.
sale q.b.
pepe nero q.b.

Orecchiette di grano arso

Orecchiette di grano arso con cime di rapa e pomodri secchi

(altro…)

Polpette di tofu profumate alla provenzale.

Adoro le polpette perchè mi riportano indietro nel tempo ai ricordi delle cucine delle mie nonne: le “pallottole” di nonna Vigina grandi e profumate di alloro e le polpettine di nonna Teresa così morbide da sciogliersi in bocca.
Come avrei potuto non adorarle fin da piccina?
Sapori e profumi diversi ma sempre “affogati” in abbondante sugo di pomodoro casalingo in cui intingere pezzettoni di pane fresco sporcandosi sempre anche un po’ le dita.
Sono passati gli anni e oggi le mie sono polpette di tofu ma la loro consistenza è sempre delicata e l’irrinunciabile sugo di pomodoro è profumato con erbette e insaporito con capperi sotto sale.
…sono cresciuta ma la scarpetta continuo a farla sporcandomi sempre un po’ le dita.

INGREDIENTI PER 8/10 POLPETTE DI TOFU:
150 gr. di tofu naturale
1 cucchiaio di farina di ceci250 gr. di passata di pomodoro
1 spicchio di aglio
15 capperi sotto sale
rosmarino, timo, maggiorana q.b.
(fresche o essiccate a seconda della disponibilità)
olio extra vergine di oliva q.b.
sale q.b.
pepe nero q.b.

Polpette di tofu alla provenzale

(altro…)

Spaghetti alla mediterranea.

Gli spaghetti fanno subito pensare alla buona cucina italiana.
Allora perché non condirli con ingredienti mediterranei per “celebrare” al massimo i gusti e i profumi che la nostra bella penisola ci offre?
Pomodorini, olive, capperi, uvetta e spaghetti al dente per un primo piatto tanto semplice nella preparazione quanto ricco di sapori che ben si sposano tra loro in un connubio davvero irresistibile.
Preparate anche voi gli spaghetti alla mediterranea: forchettata dopo forchettata vi faranno esclamare “Evviva l’Italia!”.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
320 gr. di spaghetti n. 05 Barilla
80 gr. di olive nere denocciolate
2 cucchiai di capperi sotto sale
2 cucchiai di pomodorini secchi
2 cucchiai di pinoli
60 gr. di uvetta
2 cipollotti
2 spicchi di aglio
olio extra vergine di oliva q.b.
sale q.b.
pepe nero q.b.
basilico viola (o classico) q.b.

Spaghetti alla mediterranea

(altro…)

Patè di tofu ai pomodori secchi.

Sono più che sicura che la parola “patè” faccia venire in mente a quasi tutti un qualcosa di saporito e invitante ma inevitabilmente davvero molto molto burroso.
Beh, sapete che c’è un ingrediente del tutto vegetale, non la margarina eh (piena di grassi idrogenati davvero poco salutari), con cui è possibile sostituire il burro?
E’ il tofu (definito “formaggio vegano” per le sue analogie con la preparazione dei formaggi che derivano dal latte animale).
Questo versatile panetto bianco vi permetterà di preparare patè decisamente più leggeri e soprattutto adatti per tutti coloro che hanno fatto del “VEG” uno stile di vita.
Insaporite i vostri patè di tofu con gli ingredienti che più preferite: capperi, olive, basilico, prezzemolo.
…o pomodori secchi come ho fatto io.
E ogni volta serviteli con croccanti crostini di pane o verdure crude di stagione: sarà un successo!
…per vegani e non.

INGREDIENTI PER 2 PERSONE:
125 gr. di tofu naturale (meglio se morbido)
5/6 pomodori secchi (dipende da quanto sono sapidi)
8 capperi dissalati
1 cucchiaio di olio extra vergine di oliva
1 cucchiaio di acqua
1 cucchiaino di salsa di soia
olive taggiasche q.b.

Patè di tofu ai pomodori secchi

(altro…)