Crea sito

Pappardelle al ragù di capra

Pappardelle al ragù di capra, un piatto della tradizione calabrese e da buona calabrese cerco di prepararlo a regola d’arte, proprio come lo preparava mio padre. Sono cresciuta vedendolo dedicarsi alla cucina con tanto amore ma di questo piatto più di tutti lui ne andava fiero perché nonostante la lunga preparazione lo portava in tavola facendo leccare i baffi a tutti. Per lui il ragù di capra era rigorosamente cucinato nel caminetto a fuoco lento per ore e ore, praticamente iniziava la preparazione del ragù di capra già dal mattino presto e lo portava a cottura in tempo in tempo per l’ora di pranzo, andava soprattutto fiero di questo piatto perché era consapevole del fatto che la cottura a legna conferiva alle pietanze un gusto delizioso, e a detta sua: il sugo odorava di fumo… anche se io non sempre ho modo di cucinare il ragù direttamente nel caminetto, cerco sempre di prediligere la cottura lunga a fuoco lento. Vi lascio al mia ricettina….. SBIZZARRITEVI AD IMPIASTRICCIARE

pappardelle con ragù di capra
  • DifficoltàMedia
  • Porzioni4
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 gpappardelle all’uovo
  • 1 lpassata di pomodoro
  • 1 kgcarne di capra
  • 1cipolla rossa di Tropea
  • Qualche fogliaalloro
  • Qualche fogliabasilico
  • Qualche fogliasalvia
  • mazzettirosmarino
  • 1limone
  • q.b.vino bianco
  • q.b.olio extravergine d’oliva
  • q.b.sale

Preparazione

  1. lavate per bene la carne

  2. mettetela a bagno con acqua e limone per circa un’ora

  3. trascorso questo tempo risciacquatela e fatela scolare

  4. in un tegame fate rosolare la cipolla nell’olio

  5. unite la carne e continuate a rosolare

  6. bagnate con il vino e fate sfumare

  7. aggiungete la passata di pomodoro,

  8. salate e unite tutti gli aromi racchiusi in un’infusore a palla oppure in un sacchetto in cotone

  9. fate andare la cottura a fuoco lento con coperchio per almeno 2/3 ore finchè il sugo non sarà ristretto e la carne si staccherà dall’osso

  10. lessate le pappardelle in abbondante acqua salata

  11. scolatele leggermente al dente e conditele con il sugo

  12. impiattate e spolverate di pecorino o peperoncino calabrese, infine servite

Vino, Antonio consiglia: BUCOLIA – CANTINE CARLO RASO

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Rosina

Amo impiastricciare ..sporco, pulisco , risporco e ripulisco.... ho due alleati in cucina...mio marito e il bimby