Uovo sodo a cilindro

L’uovo sodo a cilindro più che una vera e propria ricetta è un modo insolito per portare a tavola le uova bollite. Un’idea strana ma originale e d’effetto soprattutto se si ha un contenitore di vetro o ceramica di forma regolare che si possa usare come stampo.

Qui vi propongo la forma cilindrica tipica del polpettone ma potete usarne una a parallelepipedo o a cubo. Il risultato sarà sempre sorprendente! Divertitevi e fatemi sapere come vi è uscito!

Potete seguire tutte le mie ricette anche su Facebook alla pagina http://www.facebook.com/prontiatavola/

  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    2 minuti
  • Cottura:
    20 minuti
  • Porzioni:
    8
  • Costo:
    Molto Basso

Ingredienti

  • Uova 8

Preparazione

  1. Rotolo di uovo sodo

    Per l’uovo sodo a cilindro vi occorrono 8 uova medio grandi. Scegliete un contenitore di vetro o ceramica in base alla forma finale che volete dare alle vostre uova. Io preferisco quella cilindrica e utilizzo un bicchiere stretto e lungo di quelli per la birra.

    Una volta scelta la forme riempitele con i soli albumi mettendo da parte i tuorli. Prendete un pentolino con i bordi alti, riempitelo di acqua e posizionateci all’interno il contenitore con le chiare. Mettetelo sul fuoco e portate ad ebollizione mantenendo la fiamma moderata: nel giro di 10 minuti gli albumi si saranno rassodati.

    Toglieteli dalla pentola e lasciateli raffreddare. Con un coltellino con una formina di alluminio per cannoli scavate un buco al centro degli albumi rassodati ed eliminate la parte eccedente in modo da avere un vuoto che riempirete con i tuorli.

    Rimettete il tutto nuovamente nell’acqua bollente sino a quando anche i tuorli non saranno rappresi.

    Lasciate raffreddare, estraete il cilindro di uovo sodo e servitelo a fette. Potete farcirlo con maionese e capperi oppure, come piace a me, così al naturale.

    Questa presentazione è sicuramente una maniera insolita e a costo zero per portare a tavola le uova sode!

    Buon appetito con PRONTI A TAVOLA.

     

Precedente Agnello di pasta di mandorla Successivo Crema di peperoni milleusi

Lascia un commento