Sciroppo di fragole a freddo

Lo sciroppo di fragole a freddo è un succo di semplice realizzazione ed è ideale come bagna per pan di spagna, per savoiardi per un tiramisù alla frutta o per decorare un gelato fiordilatte o gusto vaniglia. Io ogni anno ne faccio grande scorta e lo smaltisco durante l’inverno proprio per preparare e decorare moltissimo dolci.

Io lo uso anche come decorazione per cocktail semplicemente mettendolo nei contenitori per cubetti di ghiaccio: il suo colore rosa rende tutto più allegro e, in più, il gusto di fragola rende le preparazioni più fresche e gustose.

Cosa occorre per prepararlo? Semplicissimo, solo pochi facili passaggi. Seguite la ricetta ed è presto fatto. Buon appetito con PRONTI A TAVOLA.

 

  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Preparazione:
    5 minuti
  • Porzioni:
    4
  • Costo:
    Molto Basso

Ingredienti

  • Fragole 500 g
  • Zucchero 5 cucchiai
  • Limoni biologici (succo e buccia grattugiata) 2

Preparazione

  1. Sciroppo di fragole a freddo

    Per lo sciroppo di fragole a freddo iniziate con il pulire le fragole eliminando il picciolo verde e lavandole abbondantemente per eliminare ogni residuo di terra. Tagliatele a pezzetti non molto piccoli e mettetele in una coppa capiente. Aggiungete lo zucchero (se volete uno sciroppo particolarmente dolce aumentate le dosi di zucchero che vi ho indicato), il succo dei limoni e la loro scorza finemente grattugiata. Mescolate il tutto con l’aiuto di un cucchiaio e mettete in frigo per almeno un’ora. Passato questo tempo vedrete che le fragole avranno rilasciato tutto il loro succo che, a questo punto, potete utilizzare come meglio vi pare.

    Se volete conservarlo per l’inverno, mettetelo in contenitori a chiusura ermetica e ponete nel congelatore. Rimarrà perfetto per 6-8 mesi e basterà scongelarlo completamente prima di utilizzarlo. Provare per credere.

    Potete trovare tutte le ricette di PRONTI A TAVOLA anche su Facebook. Seguitemi e restate aggiornati con tante buone ricette e tanti interessanti suggerimenti.

Precedente Polpette di patate e asparagi Successivo Maccheroni pasticciati al forno

Lascia un commento