Crea sito

Arrosto di manzo arrotolato con castagne e porcini

L’arrosto di manzo arrotolato con castagne e porcini è un secondo piatto che fa subito festa, un piatto davvero eccezionale e molto saporito, con pochissimi ingredienti!

Lo si può preparare anche il giorno prima, affettandolo prima del consumo e scandandolo poco prima di servirlo col fondo di cottura… Un arrosto per niente asciutto sia per il tipo di taglio di carne che per il particolare ripieno!

arrosto di manzo arrotolato con castagne e porciniARROSTO DI MANZO ARROTOLATO CON CASTAGNE E PORCINI

INGREDIENTI:

  • 1 fetta di fesa di manzo (circa 1,200 kg)
  • 300 g di funghi porcini
  • 300 g di castagne precotte
  • sale e pepe q.b.
  • 300 g di pancetta affumicata
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • brodo vegetale q.b.
  • 1 foglia d’alloro
  • 1 spicchio d’aglio
  • olio extravergine d’oliva q.b.

PREPARAZIONE:

Su di un piano stendete la fetta di carne, salatela e pepatela; disponetevi sopra i porcini (precedentemente passati in padella con uno spicchio d’aglio ed un po’ d’olio) evitando di arrivare fino ai bordi; sopra ai funghi disponete le castagne precotte spezzezzate grossolanamente (in commercio si trovano già pronte ma potete farlo anche voi: spuntatele e mettetele a bollire in acqua salata con una foglia d’alloro per circa 20′; a fine cottura fatele raffreddare e togliete la buccia e la pellicina).

A questo punto arrotolate la fetta di carne su se stessa e tenetela da parte.

Su di un foglio di carta forno abbastanza largo allineate le fette di pancetta sormontandole leggermente e formate un rettangolo largo sufficientemente per ricoprire la circonferenza della fetta arrotolata.

Prendete la carne arrotolata e sistematela al centro delle fette di pancetta; aiutandovi con la carta forno rivestite tutto l’arrotolato di carne e, poi, legatelo con dello spago.

In un tegame che possa contenere l’arrosto versate un po’ d’olio e fate sigillare per bene tutti i lati; sfumate con il vino, fate evaporare, aggiungete l’alloro e portate a cottura coperto ed a fuoco basso; ci vorranno circa un’ora e mezza (calcolate 1 ora per ogni chilo di carne); aggiungete del brodo vegetale se si dovesse asciugare troppo il fondo di cottura, rigirando ogni tanto.

Una volta cotto, toglietelo dal fondo di cottura trasferitelo su di un piatto da portata, coprite con la stagnola e fatelo riposare per almeno 15 minuti, in modo che i succhi all’interno si ridistribuiscano. Tagliatelo a fette spesse e servite con il fondo di cottura.

Potete accompagnare l’arrosto con purè di patate o polenta.

CONSIGLIO: se utilizzate un tegame che si può anche mettere in forno, potrete prima sigillarlo sul fornello e, poi, far terminare la cottura in forno, senza coprire.

arrosto pancettato
fasciato con la pancetta
al termine della cottura con il suo fondo
al termine della cottura con il suo fondo

NOTA: Per aiutarvi a spellare più facilmente le castagne aggiungete un cucchiaino d’olio extravergine d’oliva nell’acqua di cottura.

Se volete seguirmi per restare sempre aggiornati trovate qui la mia pagina Facebook, Twitter e Google+

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.