Anelletti alla siciliana – pasta al forno

Gli anelletti alla siciliana rappresentano un tipico primo piatto al forno, conosciuto anche come “timballo di anellini”, e a Palermo è il piatto della festa per eccellenza.

In Sicilia ci sono diverse versioni di pasta al forno ma, la maggior parte, accomunate dall’uso degli “anidduzza”, che sono i protagonisti di questo piatto nato dalla fantasia della cultura siciliana.

Sulla preparazione degli anelletti alla siciliana è fondamentale che la pasta non sia “crudigna”, cioè troppo al dente, ma cotta al punto giusto; vanno serviti ben conditi (“insucati”) e, poichè  devono risultare “sapuriti”, cioè appetibili, va prestata molto attenzione al condimento. Il sugo degli anelletti alla siciliana non può essere “lisciu”, cioè insapore, motivo per cui vengono utilizzati formaggi siciliani piuttosto saporiti, come la tuma ed il caciocavallo.

Gli anelletti alla siciliana si possono arricchire ulteriormente con uova soda, salumi avanzati o melanzane. Io ho utilizzato del prosciutto cotto a dadini.

Se ami la cucina siciliana non puoi non provare i sapori semplici e genuini dei SICILIANELLI o del LATTE DI MANDORLA fatto in casa.

anelletti-alla-sicilianaANELLETTI ALLA SICILIANA

INGREDIENTI (per 4/6 persone)

  • 400 g di anelletti
  • 500 g di carne tritata mista (bovino e suino)
  • 1 costa di sedano
  • 1 carota
  • 1 cipolla
  • 300 g di piselli surgelati finissimi
  • 100 g di prosciutto cotto a dadini
  • 1/2 bicchiere di vino bianco secco
  • 100 g di caciocavallo grattugiato
  • 250 g di tuma (o primo sale)
  • 500 ml di passata di pomodoro
  • 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • 1 foglia di alloro
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • sale e pepe q.b.
  • noce moscata q.b.
  • burro per imburrare q.b.
  • pangrattato q.b.

PREPARAZIONE

Innanzitutto, bisogna preparare un buon ragù facendo soffriggere, in una pentola capiente, le verdure tagliate a piccolissimi cubetti con qualche cucchiaio di olio extravergine d’oliva, sale e pepe.

Successivamente unite la carne tritata e, non appena cambia di colore, sfumate con il vino.
Quando il vino sarà evaporato aggiungete la passata di pomodoro ed il concentrato; mescolate per bene ed unite anche la foglia d’alloro ed una grattugiata di noce moscata. Coprite e fate cuocere a fuoco moderato per circa un’ora e mezza, avendo l’accortezza di mescolare ogni tanto. Circa 15 minuti prima della fine della cottura aggiungete i pisellini surgelati e, se necessario, regolate di sale.

Nel frattempo, portate a bollore l’acqua per gli anelletti, salate e interrompete la cottura 3 minuti prima del tempo indicato sulla confezione.

Dopo aver scolato la pasta rimettetela nella stessa pentola ed aggiungete il ragù cotto in precedenza, mescolate con cura ed unite anche la tuma a dadini, il prosciutto cotto e il caciocavallo grattugiato (tenetene un po’ da parte per la superficie).

Versate gli anelletti alla siciliana in una pirofila imburrata e spolverata con il pangrattato, coprite la superficie con il restante caciocavallo e passate in forno caldo a 180°C per circa mezz’ora; sfornate e fate riposare per una decina di minuti prima di servire.anelletti-alla-siciliana

NOTA
Gli anelletti alla siciliana sono molto apprezzati durante le trasferte estive, al mare come in montagna: possono essere preparati il giorno prima, tenuti in frigorifero ben coperti da pellicola e cotti l’indomani.

Se volete seguirmi per restare sempre aggiornati trovate qui la mia pagina Facebook, Twitter e Google+

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.