CECI NERI – ammollo e cottura – ricette

ceci neri ORTAGGI che passione by Sara
I ceci neri sono neri, piccoli, con forma irregolare e l’apice a forma di uncino. La buccia è irregolare, molto rugosa, resistente e nera mentre il suo interno è di colore bianco-giallo.
 
Le caratteristiche nutrizionali del cece nero sono simili a quelle del cece bianco ma è più aromatico, cremoso, delicato, saporito. Ricco di ferro e di fibre (tre volte tanto il cece comune).
 
Sono un presidio slow food  (origine Murgia Carsica, Bari) e vengono coltivati principalmente nell’area mediterranea del sud d’Italia, Basilicata, Puglia, Matera, Murgia barese, ma anche in Toscana… Detti anche “cece del solco dritto”.
 
PERIODO di raccolta dei ceci neri: agosto, settembre.ceci neri (ammollo-cottura) Ortaggi che passione

CECI NERI:  ammollo e  cottura

.

DOSI singole consigliate: come contorno 50 – 60 grammi, nelle zuppe 30 grammi.

.

LAVAGGIO

Controllare i semi e lavarli sotto l’acqua corrente per eliminare eventuali impurità o ceci danneggiati.

AMMOLLO

Questo legume necessita di un ammollo raddoppiato rispetto al cece comune (almeno 36 – 48 ore, due giorni) per ammorbidire la sua buccia spessa e resistente. L’acqua da utilizzare è a temperatura ambiente e 3 – 5 volte il loro peso. E’ preferibile cambiare l’acqua d’ammollo 2 – 3 volte per evitare la fermentazione batterica. Non aggiungere nulla all’acqua di ammollo: il sale li rende più duri, il bicarbonato ne diminuisce le proprietà nutritive.

COTTURA

I ceci neri si lessano in abbondante acqua (almeno 4 volte il loro peso, esempio: 200 g di ceci in 800 g d’acqua o più) con l´aggiunta di qualche foglia di alloro secco o un pezzetto di alga Kombu (e in base alle proprie preferenze: aglio, carota, cipolla, cumino, rosmarino, salvia, sedano…).

NON salare e non aggiungere alimenti acidi (pomodoro, aceto..), altrimenti la buccia si indurisce e si rompe. Inoltre, la cottura deve avvenire a fuoco basso (sobbollire leggermente). Il cece nero tinge l’acqua di cottura di un intenso colore nero.

In una padella d’acciaio la cottura è di circa 2 – 2 ore e mezza.

Nella pentola a pressione si cuociono in 40- 50 minuti dal fischio. I ceci rispetto agli altri tipi di legumi, resistono molto bene alla cottura in pentola a pressione e non si rompono.

Una volta cotti si possono lasciare all’interno dell’acqua di cottura a raffreddare, dicono che così la buccia risulti meno coriacea.

CONSERVAZIONE

una volta cotti SI CONSERVANO

  • nel frigorifero in un contenitore ermetico per 3 giorni
  • nel freezer nei sacchetti per alimenti per 2 mesi

.

RICETTE estive

  • lessarli e condirli in insalata con olio, sale verde e rosmarino
  • in insalata con frutti di mare (tipo: rucola e gamberetti)

Altre idee per cucinarli

  • falafel
  • hummus
  • preparare una crema, un passato, una vellutata

ZUPPA DI CECI NERI (dosi per 4 persone)

Ingredienti: 200 grammi di ceci neri, 150 grammi di pasta per minestra (ditalini o maltagliati), 2 cipolle, 1 spicchio d’aglio, 1 rametto di rosmarino, olio extravergine di oliva e sale. Acqua q.b.

Procedimento: Ammollare i ceci 48 ore, avendo cura di cambiare l’acqua almeno tre volte. In una pentola alta soffriggere la cipolla tagliata a fette e lo spicchio d’aglio con poco olio (non salare), poi aggiungere i ceci e farli insaporire per qualche minuto. Quindi aggiungere l’acqua fredda necessaria e portarli a bollore. Trascorse quasi due ore, togliere un terzo dei ceci dalla pentola e schiacciarli con una forchetta per poi rimetterli in pentola. Quindi aggiungere la pasta e il rosmarino e terminare la cottura. All’occorrenza aggiungere acqua calda. A fine cottura aggiungere, peperoncino e sale. Servire la zuppa di ceci neri con crostini tostati e un filo d’olio extra vergine di oliva a crudo.

Scarica l’APP “Ortaggi che passione

disponibile solo per Android

🍀🍀🍀🍀🍀

SEGUIMI su

🍀FACEBOOK 🍀INSTAGRAM 🍀YOUTUBE 🍀PINTEREST 🍀TIK TOK 🍀TWITTER

Non perdere le ricette di stagione sulla mia HOME.

Copyright ©ORTAGGI che passione by Sara Grissino

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Sara Grissino

Cuoca green, seguo la stagionalità degli alimenti nella preparazione dei miei piatti. Amo conoscere, sperimentare in cucina i prodotti della campagna e non solo. Solare, mi piace stare in mezzo alla gente, condividere emozioni ed imparare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.