La dieta Weight Watchers secondo Mangia senza Pancia

La dieta Weight Watchers secondo Mangia senza Pancia

Tante lettrici come te che si imbattono nel mio blog o nel mio Club su Facebook mi chiedono come funziona la dieta Weight Watchers, che ho seguito anni fa riuscendo a perdere 22 Kg in 15 mesi. In questo articolo trovi tutte le informazioni che ti servono per seguirla. Tieni presente però che io della Weight Watchers ormai uso solo gli strumenti utili per fare i conteggi ma che negli anni ho sviluppato tutta una serie di filosofie e consigli pratici miei personali dettati dall’esperienza non solo mia ma anche di tante persone che hanno perso peso con successo con il mio aiuto. Quindi si dieta Weight Watchers, ma con la marcia in più di Mangia senza Pancia 😉

E’ importante sapere che la dieta Weight Watchers è nata tantissimo tempo fa, nel 1963, e negli anni ha subito tante modifiche. La versione che io credo essere la più efficace e di cui io sono ormai un’esperta non è quella attuale ma una vecchia versione non più disponibile. Questa versione è stata denominata Propoints e qui nel mio blog troverai tanti articoli utili a riguardo, li condivido volentieri con te e con tutte le mie lettrici sperando siano di stimolo e aiuto per il tuo percorso di dieta.

La dieta Weight Watchers secondo Mangia senza Pancia

Un’ultima cosa: Jean Nidetch, la fondatrice della Weight Watchers, scriveva: “E’ la scelta, non il caso, che determina il tuo destino”. Sono molto d’accordo con questo messaggio ed è una delle prime cose da realizzare quando si vuol perdere peso… dipende tutto da noi e dalle nostre scelte, ogni giorno e ogni momento della nostra vita.

Se tu hai deciso di voler cambiare allora trova un po’ di tempo e continua a leggere

Bilanciare l’energia in entrata con l’energia in uscita

Semplifico un po’ il ragionamento in modo da farti capire una cosa di base che è fondamentale che ti sia chiara se vuoi dimagrire.

Il corpo non sa con precisione cosa mangi o che sport fai. Il corpo sa soltanto che gli arriva energia tramite l’immissione di cibo e bevande e che gli viene richiesta energia quando ci muoviamo. Quindi per il corpo la giornata intera, notte inclusa, è tutto un susseguirsi di: energia in entrata ed energia in uscita.

Possono verificarsi 3 situazioni:

  • Al corpo arriva più energia in entrata che in uscita: tipicamente mangi di più di quanto ti muovi. Cosa succede a questo punto? Succede che il corpo prende questa energia in eccesso e la conserva per il futuro. E in che forma la conserva? In grassi.
  • Al corpo arriva meno energia in entrata che in uscita: mangi di meno di quanto ti muovi. In questo caso potresti o perdere peso o anche bloccarti con il peso, dipende molto da quanto mangi di meno rispetto al movimento. Quindi devi essere in grado di regolare con attenzione quanta energia in meno fornire al tuo corpo in modo da perdere peso in modo salutare e senza provocare un blocco del peso!
  • Al corpo arriva energia in entrata ben bilanciata con quella in uscita. Questa è la situazione ottimale ed è l’obiettivo finale, quello che ti dovrai porre dopo aver raggiunto il tuo peso forma e aver imparato a mantenerlo, bilanciando appunto in modo corretto l’energia in entrata e quella in uscita. Il famoso mantenimento.

Ma torniamo a noi: se sei qui probabilmente sei in sovrappeso. Avrai quindi capito che se ti ritrovi in sovrappeso, a meno di non avere qualche particolare condizione medica, tipicamente è perché hai mangiato più di quanto movimento hai fatto.

A questo punto ti renderai conto che per dimagrire e quindi fare in modo che il corpo consumi quei grassi in eccesso, dovrai immettere ogni giorno un po’ meno energia di quanta ne hai in uscita. In questo modo quando il corpo riceverà ordine di usare energia ma non arriva dal cibo che hai mangiato quel giorno, andrà a bruciare le riserve, quindi proprio i grassi in eccesso.

Lo so che questo ragionamento è molto semplice e manca di tanti altri dettagli ma alla fin fine è la base per dimagrire. Quindi il principio è: per perdere peso bisogna diminuire l’energia in entrata rispetto quella in uscita. E bisogna farlo in modo furbo senza esagerare. Le diete lampo sono un esempio di esagerazione, sono quelle che ti fanno perdere peso in fretta perché o eliminano dei nutrienti o ti fanno mangiare troppo poco e così perdi peso in poco tempo. Ma visto che non puoi campare con un regime alimentare così ristretto per sempre e che nel frattempo non hai imparato come bilanciare l’energia in entrata con quella in uscita, non appena riprendi a mangiare come sempre rimetti subito tutto il peso perso e con gli interessi.

La dieta che ti propongo io è in effetti una vera e propria rieducazione alimentare. Non devi necessariamente voler dimagrire per farla, puoi anche seguirla solo per essere in salute e imparare a mangiare in modo bilanciato. Infatti imparerai a gestire la tua energia in entrata e in uscita e diventerai indipendente, mangerai tutto quello che ti piace ma sapendo come regolarti con le quantità e come aggiustare il tiro.

Ma come puoi misurare quanto mangi e quanto ti muovi? Purtroppo non c’è, in nessuna dieta che io conosca, una formula matematica precisa che funzioni al 100% per tutte le persone. I fattori per stabilire l’energia del nostro corpo sono talmente molteplici che per arrivare veramente capire quanto mangiare per poter perdere peso, e ugualmente per mettere peso o mantenerlo, bisogna iniziare in qualche modo e poi fare delle variazioni via facendo. Ma degli strumenti abbastanza accurati per partire a bilanciare l’energia in entrata e in uscita per fortuna esistono… 

I punti della dieta Weight Watchers Propoints

Se hai letto tutto fino a questo punto ti sarai resa conto che se vuoi dimagrire o semplicemente avere il controllo di come ti alimenti hai bisogno di trovare un metodo per misurare sia l’energia in uscita che quella in entrata.

Puoi scegliere tu il metodo, dipendentemente da come ti trovi meglio. Io ho provato in passato a contare in blocchi di nutrienti e in calorie ma alla fine c’era sempre qualcosa che non andava. O mi sentivo limitata nelle mie scelte o, come per il conto delle calorie, era troppo complesso e c’erano troppi alimenti da calcolare. Poi ho trovato la dieta Weight Watchers a Londra e ho imparato a contare i punti. E mi sono trovata benissimo con poche modifiche fatte nel tempo per personalizzare questo metodo adattandolo alle mie esigenze. Se anche tu vuoi imparare questo metodo continua a leggere…

Nella Weight Watchers per quantificare tutto quello che mangiamo e beviamo e anche per contare il movimento si usano i punti. In particolare in questa versione della WW si contano i punti Propoints. Questi punti in effetti servono sia per contare l’energia in uscita che quella in entrata. Per farti capire meglio pensa a questi punti come se fossero di due tipi:

  • Punti in entrata. Sono i punti che mangi o bevi. Tutto ciò che immetti nel tuo corpo ha un valore che si può convertire in punti. Per ricavare i punti di cibi e bevande a partire dai valori nutrizionali puoi usare questo strumento: Calcolatore punti o trovare i punti dei cibi più comuni direttamente qui: Liste punti alimenti e bevande.
  • Punti in uscita. L’energia che tu usi viene suddivisa in questa dieta in due tipi: quella di tutti i giorni (lavoro, pulizie di casa, spesa, etc.) e quella che usi in più (sport, camminata, pulizie di primavera, etc.). Nel calcolo dei punti giornalieri che trovi più avanti nell’articolo, vengono appunto tenuti in considerazione i punti in uscita di tutti i giorni dipendentemente dalla tua fisiologia e dal tuo stile quotidiano di vita. I punti in uscita in più invece li devi calcolare tu di volta in volta e più avanti c’è una tabella apposita da consultare.

Quanti punti posso mangiare al giorno per dimagrire?

Ci sono 3 tipi di punti “da mangiare”, eccoli:

Punti giornalieri. Il numero di punti giornalieri da consumare al giorno che sia ottimale per te dipende appunto da quanta energia normalmente tu spendi. Quindi dipende dalla tua fisiologia e dal tuo stile di vita e lo puoi ricavare usando il calcolatore che trovi qui sotto ma ti suggerisco anche di approfondire andando a leggere l’intero articolo qui: Calcolo punti giornalieri.



Punti sport. Oltre ai tuoi punti giornalieri devi anche mangiare dei punti in più i giorni in cui fai sport o movimento extra. Questo è importantissimo per mantenere il metabolismo sempre attivo. Per sapere quanti punti esattamente devi mangiare in più puoi usare la tabella qui sotto. I valori sono basati sul tuo peso, il tempo impiegato durante l’attività e l’intensità che tu hai percepito. Anche per questo argomento ti rimando alla lettura in dettaglio di questo articolo: Attività fisica e punti WW.

Attività fisica: informazioni e tabella Punti Weight Watchers, Mangia senza Pancia
Intensità: B = bassa; M = media; A= alta

Punti extra. Oltre ai tuoi punti giornalieri la WW assegna a tutti, indipendentemente dal corpo o dallo stile di vita, alcuni punti in più facoltativi. Hai 49 punti extra settimanali che puoi usare o non usare, a scelta tua. Anche se li usi perderai peso ma magari più lentamente in quanto comunque l’energia in entrata sarà leggermente minore di quella in uscita. Quindi se un giorno hai più fame o se ti capita un matrimonio, una cena al ristorante o un compleanno, non ti sentirai mai in colpa per aver sgarrato. Userai una parte di questi punti extra e pazienza, per questa settimana perderai meno peso. L’importante è non sentirsi mai in colpa: rischieresti di mollare tutto! Più dettagli in questo articolo: Calcolo punti giornalieri.

Come posso contare i punti che mangio ogni giorno e che guadagno facendo sport?

Ormai ti dovrebbe essere chiaro che per mantenere il controllo della tua alimentazione non ti resta che contare! E per contare devi quindi scrivere diligentemente quello che mangi e sommare tutti i vari punti. Io ho preparato per te un modello di diario alimentare giornaliero che puoi scaricare gratuitamente e compilare, con tutte le istruzioni per i vari punti, cibo, sport ed extra. Lo trovi qui: Diario alimentare giornaliero. All’interno di questo articolo trovi anche degli altri formati di diario, così da scegliere quello con il quale ti trovi meglio tu, in modo da sapere sempre quanti punti hai consumato e quanti ne hai ancora a disposizione.

Conclusioni

Dunque, ti ho spiegato il principio base per perdere peso: mangiare un po’ di meno di quanta energia consumi muovendoti durante la giornata. Come potrai leggere in altri articoli qui nel mio blog, questa non è l’unica cosa importante, ce ne sono altre, come ad esempio alimentarsi in modo salutare e bilanciato. Puoi leggere più informazioni qui: Principi base della dieta e Alimentazione sana.

Poi ti ho spiegato che per mettere in pratica questo principio c’è bisogno di dare un valore sia all’energia in entrata, cibo e bevande, che a quella in uscita. In questa dieta questo si attua utilizzando i Punti Propoints.

E poi per terminare ti ho dato uno strumento che ho creato io in modo che tu possa attuare questi conteggi in modo semplice mantenendo aggiornato il tuo diario alimentare durante la giornata.

Ti lascio anche due menù settimanali con le ricette dal mio blog, tutti già “contati”, per iniziare subito anche se non ti è tutto ancora chiarissimo:

Ti garantisco che se studierai più nei dettagli il da farsi e inizierai a usare questo metodo, ti ritroverai da subito a perdere peso senza grossi sacrifici e in modo molto salutare.

E se hai bisogno di aiuto per fare la dieta Weight Watchers secondo Mangia senza Pancia o se semplicemente ti fa piacere condividere la tua esperienza, vieni a trovarmi su Facebook, nel mio gruppo qui: Il Club di Mangia senza Pancia.

copertina Club di Mangia senza Pancia su Facebook

Il gruppo è molto attivo e pieno di persone gentili che aiutano volentieri chi è alle prime armi con la dieta. Riceverai aiuto e supporto, per controllare i tuoi diari all’inizio, per correggere degli eventuali errori, per superare un momento no in modo che potrai proseguire senza intoppi verso il tuo obiettivo. E non dimenticare di mettere il tuo like alla mia pagina: Mangia senza Pancia!

Ti auguro un percorso leggero, sano e gustoso 🙏

by Giovanna Buono

Disclaimer

Esclusione di responsabilità

2 Risposte a “La dieta Weight Watchers secondo Mangia senza Pancia”

  1. Grazie! Fantastica introduzione! Ti seguo da tanti anni e tutte le volte che riprendo in mano la dieta mi stupisce di quanto sia facile riprendere a contare i punti. Un metodo davvero furbo! Ovviamente suggerito a tutte le mie amiche che però spesso hanno faticato ad iniziare un po’ come me. Si mangia davvero di tutto e ci si può regolare in autonomia già dopo qualche settimana. Ora con questo bigino sarà tutto più facile! Amiche provate! Grazie Giovanna!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.