Peperonata con melanzane

Peperonata con melanzane

Preparazione: 20 minuti Cottura: 30 minuti

La peperonata con melanzane, per me, fa parte di quelli che definiscono comfort food… quei cibi che richiamano alla mente la famiglia, la casa, la cucina con i suoi profumi, sapori e colori. L’estate, le vacanze da scuola, la peperonata con melanzane sulla tavola. Mamma ne faceva in quantità e noi la divoravamo, magari a temperatura ambiente se il caldo esterno era eccessivo, a volte semplicemente accompagnata da un pezzo di formaggio e a del pane. Il pane… sì.. quello non può assolutamente mancare perché, credetemi, la scarpetta è obbligatoria! Ma ora andiamo a vedere come preparare la peperonata con melanzane… voi segnatevi tutto e preparetela subitissimo, ne vale la pena!

Ingredienti (per 4 persone):
– 400 g di peperoni gialli, rossi e verdi

– 300 g di melanzane

– 300 g di pomodori

– 2 cipolle grandi

– 2 dl di brodo vegetale

– 1 spicchio di aglio

– 1 costa di sedano

– 10 g di prezzemolo

– 10 g di basilico

– 1 rametto di maggiorana

– 4 cucchiai di olio extravergine di oliva

– sale q.b.

Preparazione:

Per preparare la peperonata con melanzane, mondate e lavate innanzitutto i peperoni, le melanzane, il sedano e le erbe aromatiche; sbucciate le cipolle e l’aglio.

Tagliate a pezzetti i peperoni, i pomodori e le melanzane.

Affettate sottilmente le cipolle e l’aglio, tritate le erbe aromatiche, mettete il tutto in una padella con l’olio e il brodo e salate. Fate cuocere, a fuoco basso e a recipiente coperto, per 30 minuti.

Scoprite il tegame e fate evaporare il liquido rimasto, quindi trasferite la peperonata con melanzane su un piatto da portata e servitela calda, tiepida o fredda secondo la stagione e i gusti.

La ricetta proviene da un volume dell’Enciclopedia della cucina italiana.

Clicca mi piace alla mia pagina facebook cliccando QUI e non perderai nessuna ricetta.

Peperonata con melanzane

Precedente Calamari allo zenzero Successivo Sbriciolata ai ribes senza cottura

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.